Google Website Translator Gadget

martedì 29 settembre 2009

Brian Goeringer

Nuovo modello della Abercrombie & Fitch. Sanno decisamente scegliere bene, non vi pare? Di viso somiglia un po' al ragazzo di cui racconto nel post La porta e la sveglia, quello che è in palestra con me e che ho sognato (ora capite perchè?). Insomma A&F sa scegliere bene i modelli, io so scegliere le palestre giuste!

sabato 26 settembre 2009

Il bello della piscina

La piscina è un ambiente che frequento poco. Non sono mai stato un grande nuotatore e il poco sport che faccio è riservato alla corsa e alla palestra. Certo che quando ti ritrovi queste pubblicità sulle riviste ti vien da immaginare che queste son le visioni che possono capitare in quegli ambienti. In realtà poi, come ovunque, c'è di tutto...per fortuna, altrimenti come farei ad entrare? ;-) Spesso la visione di uomini in costume o in mutande diventa ancora più intrigante rispetto al solo nudo. Se anche a voi piace l'uomo con l'intimo addosso, vi segnalo per la gioia dei vostri occhi il sito di questa azienda australiana che già tutti conoscete. AUSSIEBUM Un sito tutto da guardare! Se volete fare acquisti poi, mandatemi le vostre foto, chissà che non decida di pubblicarle su questo blog.

giovedì 24 settembre 2009

La porta e la sveglia!

Son talmente messo male con la mia negazione gay alla società, il mio nascondimento è talmente esagerato che, da sempre, mi autocensuro anche i sogni. Poche volte faccio sogni erotici e raramente anche nel sogno mi spingo a compiere atti completi. E' sempre tutto un guardare, un ammiccare, un ruotare intorno alle situazioni senza poi di fatto concretizzare. Come nella vita. La scorsa notte invece... C'è un ragazzo in palestra, fisico abbastanza simile al ragazzo di questa foto, anche molto carino di viso. Avrà 27-28 anni e l'ho sempre notato perchè passa ore ed ore ad allenarsi in palestra, poi a fine allenamento, o se ne va senza lavarsi, o si fa la doccia in mutande. Oddio... la doccia in mutande mi fa un po' ridere quando si è adulti! Ma la scorsa settimana, chissà perchè, arrivato sotto la doccia in slip, dopo esserseli bagnati, finalmente se li è tolti e io... vabbè, dai lo sapete, non ho potuto non allungare lo sguardo. Pensavo che il giovane fosse poco dotato, e così si sarebbe spiegata l'eccessiva vergogna, e invece... ullallà... che meraviglia! Vabbè, ricordo rimosso, ma ieri sera l'ho incrociato in centro mano nella mano con la sua ragazza, e sarà questo incontro che me lo ha fatto ritornare nel sogno di stanotte. Sogno molto confuso, eravamo in una specie di albergo e mi invita nella sua camera (quando mai...) e mentre si chiacchiera lui se ne va in bagno. Torna dal bagno e continua il discorso come niente fosse ma adesso è nudo con una imponente erezione. Naturalmente lui fa finta di niente ma io mi avvicino e stavolta non sto con le mani in mano. Mi spoglio anch'io e mi sdraio di fianco a lui, poi inizio a masturbarlo e desidero spompinarlo ma bussano alla porta. Lui non si scompone ma manda me. Io a malavoglia mi infilo i pantaloni, vado alla porta ma non apro. Penso che qualcuno potrà chiedersi che ci facciamo nella stessa camera seminudi. Non apro e torno verso il letto. Lui è ancora sdraiato con la sua grande erezione io mi avvicino e... fanculo suona la sveglia! Una volta che non mi censuro io ci pensano i disturbatori alla porta e la sveglia (quella reale) a rovinarmi la festa. Ma che palle!!! (Piene, si... SOB!!!)

domenica 20 settembre 2009

Henry Cavill

Domenica pomeriggio al cinema. Ho appena visto, senza troppe aspettative, Whatever Works - Basta che funzioni, l'ultimo film di Woody Allen e devo dire che mi ha proprio divertito. Ve lo consiglio! Ma non son qui a scrivere del film quanto di un attore, non protagonista, che mi ha molto colpito. Un bel ragazzone 26enne inglese, di quelli che vorresti trovare tutti i giorni sulla tua strada. Eccolo qui in una scena del film: Che ne pensate? E allora ho cercato in rete un po' di foto sue trovando pane per i miei denti. Ecco qui una selezione: E dulcis in fundo qualcosa che invece mi fa sorridere. In questa foto, forse di qualche tempo fa, non si presenta propriamente come il gran figo che è adesso e se guardo il fisico... pettorali piccoli e una lieve pancetta... mi ricorda un po' me allo specchio... Insomma, non propriamente un adone. Ma cresce bene... eccome se cresce bene...

venerdì 18 settembre 2009

Amici intimi

Ai tempi delle scuole superiori avevo in classe un ragazzo che riscuoteva parecchio successo con le donne. Era molto supponente, pessimo carattere e anche opportunista. La cosa che mi colpiva di lui era il fisico molto "impostato", da uomo adulto. Aveva delle spalle e dei pettorali fantastici. Me lo rimiravo di nascosto negli spogliatoi della palestra all'ora di ginnastica. A quei tempi, i primi anni delle superiori, nessuno di noi faceva la doccia a scuola. Sarà stata la nostra giovane età, un po' di pudore giovanile, l'imbarazzo del confronto, fatto sta che in spogliatoio il massimo era potersi vedere in mutande. Fantasticavo su di lui e immaginavo che a cotanta bellezza e a cotanto bel fisico corrispondesse un cazzo notevole. "R." aveva anche la fama di gran scopatore, definizione sentita "live" da una nostra compagna di classe molto disinibita. Quando in 5a superiore, ormai grandicelli qualcuno si azzardava a docciarsi dopo l'ora di ginnastica finalmente ebbi l'occasione di vedere "R." per "intero". Chissà, sarà stata l'attesa, la fantasia galoppante per 5 anni, le mie aspettative erano più "grandi". Oddio... niente male, per carità... però... Non nascondo che in quegli anni avevo forte la fantasia di poter andare a casa sua con la scusa dello studio per poi iniziare a masturbarci insieme. Era una cosa che mi solleticava parecchio. Nella mia testa poi, non la vivevo come fantasia così "omosessuale", si trattava di farci una sega in compagnia, cosa che mi accadde qualche volta con un altro ragazzo. Ma la possibilità di poter condividere un'esperienza del genere con quello che per me era un adone era il massimo. Imbarazzato anche dalla sua supponenza immaginavo anche che, qualora non avesse accettato di contraccambiare, sarebbe stato per me lo stesso. Mi sarei prestato a soddisfarlo senza contropartita. Perchè questo racconto? Perchè è il ricordo che mi è scaturito guardando questo video. Un tizio si presta in toto con il suo amico intimo mentre quest'altro, si lascia fare tutto ma senza un minimo di reazione, addirittura annoiato. Quasi imbarazzante direi. Eppure, la naturalezza del video amatoriale mi intriga parecchio. Si parte con un gatto, un ragazzo che esce dal bagno, un po' di televisione e... nessuna reazione. Originale. Buona visione. video

martedì 15 settembre 2009

Chris Campanioni: che uomo da copertina!

Chris Campanioni, anche noto come Chris Cuba, giovane modello newyorkese con cognome che tradisce origini italiane. Molto hot, soprattutto nella foto della copertina di questo magazine.

mercoledì 9 settembre 2009

Nick il rugbysta

Che bella scoperta questo Nick Younquest, giovane rugbysta e modello australiano. Ebbene, lo confesso: quando mi imbatto in ragazzi così i miei ormoni galoppano ed esce tutta la mia frociaggine. Mi pare di impazzire!

lunedì 7 settembre 2009

Mazza, che sguardo!

Lascio spazio alle immagini, più che alle parole. Guardate com'è sexy questo ragazzo. Complimenti a mammà che t'ha fatto così bello!

sabato 5 settembre 2009

Desto interesse

Dopo le vacanze estive, prima ai monti e poi al mare dove ho potuto vedere dei gran bei ragazzi, altrettanto belli di questo adone riportato in foto, ho ripreso la palestra. Ho avuto un bell'inizio, devo dire. La palestra si sta rianimando, c'è già più gente rispetto a luglio, qualche volto nuovo (pochi in verità) e i soliti bei "machi". Ieri sera una piacevole esperienza. Rivedo in palestra Marco, un bel 25enne che sta sempre molto sulle sue e che da un po' tengo d'occhio per il suo bel fisico definito ma allo stesso tempo ancora molto naturale. Marco non ha un bel volto, ma quando te lo vedi nudo in spogliatoio non può non attirare l'attenzione: oltre ai muscoli presenta una carnagione chiara, molto curata e luminosa, pochi peli, rasati sul torace e "coltivati" sulle ascelle e sul pube, infine, dulcis in fundo ha pure un bel cazzo, non esagerato ma mediamente lungo e grosso di circonferenza. Marco parla poco, a dir la verità sta sulle sue e non interviene mai in nessun argomento in spogliatoio, pare anzi che se la tiri un po' e se qualcuno cerca di attaccar bottone, risponde in modo scoraggiante e a monosillabi. Due o tre volte mi è capitato di parlargli ma mi ha sempre snobbato. Come con me (quarantenne fisicamente poco interessante) fa anche con altri. Son poche le persone con cui scambia qualche parola, e sempre riferite al solo allenamento. Bene, ieri sera son sotto la doccia, nello spogliatoio son solo io. Devo dire che durante l'estate mi son tenuto abbastanza in forma(non sono un figo, anzi), però tra una buona dieta e una bella abbronzatura mi pare di essere decisamente più presentabile. Dopo un po' sento qualcuno arrivare nello spogliatoio e poi verso la doccia. E' Marco. Entra, inizia a lavarsi mentre io ho quasi finito di insaponarmi. Apparentemente non mi degna di uno sguardo. Silenzio. Ciascuno dei due continua nel proprio lavaggio. Mi sto sciacquando e sarà l'acqua calda, sarà il relax (sarà la vista del fisico di Marco), il mio pisello, prima piccolo per la spossante ora di tapis roulant, inizia a rilasciarsi e ad assumere la sua normale dimensione. Devo dire che il mio cazzo si presenta abbastanza bene, leggermente al di sopra delle medie dimensioni. Chiariamoci, non sono in erezione, assolutamente, sono completamente a riposo. Marco si sta insaponando e mi pare che stavolta l'occhio gli sfugga sul mio pacco. Una volta, due... Io che la doccia l'avrei già finita continuo a rimanere sotto per un lungo risciacquo. Noto che Marco mi volta le spalle e non si gira più, chiudo l'acqua e me ne esco ma noto, passandogli di fianco, che il suo bel cazzo è invece semi-eretto. Fingo di nulla ma mentre mi metto l'accappatoio provo per l'ennesima volta ad attaccar bottone, sapendo già di essere ignorato. E invece no. Marco inizia a parlare, con mia grossa sorpresa, mi sorride e reagisce positivamente alle mie domande. Si parla del più e del meno delle ferie, dell'estate calda. Usciamo dalle docce e siamo nello spogliatoio. Io inizio a rivestirmi e lui indugia ad asciugarsi rimanendo completamente nudo di fronte a me (molto narciso Marco e gli piace esser rimirato)e visto che io di argomenti non ne ho poi molti lui per continuare a chiacchierare mi chiede se gli presto il deodorante. Non è più in erezione da quando siamo usciti dalla doccia ma il suo cazzo, pur a riposo, è ancora bello gonfio. Continuiamo a parlare sino a che, rivestiti, ce ne andiamo. Ora, io so che la prossima volta non mi degnerà più d'uno sguardo, so anche che forse il suo atteggiamento di ieri era più "libero" in quanto nello spogliatoio c'eravamo solo noi due, ma comunque mi fa piacere essere stato notato. Non mi aspetto altro (se non nei miei sogni dove mi aspetto ben altro!) ma aver destato un minimo di interesse non può far altro che farmi piacere. Tutto qui. Tutto qui? Per un gay in the closet come me è già tanta manna!
Related Posts with Thumbnails