Google Website Translator Gadget

lunedì 31 maggio 2010

Urgenze

Arrivo da 40 anni di vita in the closet.
In questi 40 anni le mie esperienze gay le ho potute contare sulle dita di due mani. Sempre e solo esperienze occasionali, saltuarie.
Non mi potevo aspettare altro non essendomi mai esposto.
Qualcuna di questa l'ho vissuta come un gioco.
Altre le ho vissute con i sensi di colpa.
Un paio, squallide, così che, almeno per queste, mi dico che è stato meglio non essermi buttato via ad ogni impeto seguendo solo l'ormone.
Poi, questi anni adulti, vuoto totale, impegnato in una negazione di me stesso ed evitando anche le occasioni.
Sino a P., la cui vicenda i fedeli lettori del blog conoscono, risoltasi con un quarto d'ora di paradiso e un bel po' di spine a pungere il culo per qualche settimana seguente. Ed ora A.
Con A. c'è sintonia e patti chiari.
In the closet entrambi, massimo rispetto, massima libertà, incontri una volta ogni tanto.
Non so perchè ma sono stupito da come, sessualmente parlando, ci sia una grande sintonia. Il primo incontro non è stato niente male, anche se agitato e frettoloso; dal secondo in poi, ci siamo sentiti entrambi... come dire... navigati. Ci si vede circa una volta alla settimana e qui nasce il cruccio.
E' la prima volta che vivo incontri continui e pianificati con un uomo, la prima volta che ci si da appuntamento, che ci si attende. E il fatto che son due mesi che la cosa continua, tranne qualche tentennamento, mi rende felice.
Non siamo innamorati. Sono brutale?
A. è un partner che sessualmente parlando mi fa stare bene, decisamente bene. Dopo ogni incontro i pensieri su di lui si alimentano di nuove fantasie ma no...non occupa i battiti del mio cuore. Forse perchè la parola relazione mi fa solo paura e implica un coinvolgimento che da questo armadio prima o poi ti sbatte fuori.
Idem io per lui. Anzi, è stato chiarissimo, nessun coinvolgimento emotivo, nessuna forzatura. Tra l'altro, e la cosa è chiara sin dall'inizio, ogni tanto si vede con un'altro ed io... son arrivato dopo...
Io passo da momenti dove la cosa la vivo con sufficienza, neanche ci penso, ad altri con qualche punta di fastidio. Non è gelosia, ma fastidio per il tempo tra di noi che è sempre così poco e mi infastidisce il dividerlo.
Si perchè, e qui viene il punto, c'è un problema logistico. Io e A viviamo a una novantina di km l'un dall'altro e così, ci incontriamo a metà strada, di sera, dopo cena, ma questa cosa riusciamo a farla si e no una volta alla settimana.
Ma quant'è faticosa l'attesa, e quant'è faticoso gestire le urgenze ormonali che ora hanno ben altri desideri e diciamo... diventano sempre più esigenti (della serie: "l'appetito vien mangiando").
Ho, (abbiamo) anche la consapevolezza che la cosa non possa durare poi molto, ma finchè dura godiamocela. E' un'idea che nasce dal non essere "coppia", da quel comune sentire che nel mondo gay le relazioni durature non sono così frequenti e nessuno dei due crede d'esser così fortunato.
Ma intanto ci si ritrova. Nelle nostre scomode ma benedette auto, avvolti nel buio della sera, sappiamo star bene. Sollievo alla carne ma anche tanti baci e attenzioni.
E alla fine non è un fuggi fuggi ma sempre e comunque l'occasione per parlare, fare 4 e più chiacchiere, andare in un locale a berci qualcosa... senza fretta, senza quella voglia di fuga del dopo coito. Non innamorati ma complici. Potessimo solo incontrarci di più... Ma per ora... chi s'accontenta gode.

Wallpaper

Gran bel tipo, gran bella foto, grande formato dell'immagine (clicca, si ingrandisce, e salvala). Un ottimo sfondo del desktop. E visto che alla microsoft lo sfondo del desktop è stato denominato come wallpaper (carta da parati), che ne dite di avere uno così che gira per casa e fa giusto da tappezzeria? Eh, si potesse... da in the closet serio qual sono, neanche me lo posso permettere come sfondo al pc... gosh!

domenica 30 maggio 2010

Tatoos

Non ho mai particolarmente amato i tatuaggi e devo ammettere che in palestra ad esempio, ben il 90% degli uomini che vedo in spogliatoio è tatuato. Ok, intendo dire, c'è chi ha un piccolo tatuaggio, un piccolo simbolo (sul braccio, sulla caviglia, sulla spalla, sul petto), chi invece ha qualcosa di più grande, come i tribali, chi ha scritte (l'ultima moda, in un corsivo da bella calligrafia) chi invece, e stanno aumentando esponenzialmente, sta ricoprendo poco alla volta tutto il suo corpo con segni e disegni dei più svariati.
Tra questi, Simone, l'istruttore e body builder gay di cui vi parlai in questo post che, a mio parere forse sta esagerando e sta snaturando il bel fisico che ha, quasi in modo compulsivo e dipendente come dalle lampade solari, e un'altro bel ragazzo, tenerissimo giovane papà che si allena mentre la propria figlioletta fa un baby corso in acqua nella piscina di fianco alla palestra.
Ebbene, proprio questo mi intriga: sarà per l'aria giovane, 25-28 anni, sarà per l'atteggiamento tenero, premuroso e dolcissimo con la figlioletta, che contrastano a durissime sessioni di allenamento con pesi, estenuanti corse sul tapis-roulant a massima velocità (risultato: un fisico spettacolare!) sommate ad un corpo tatuato al 50% in modo simmetrico: tutta la parte sinistra, braccia, gamba addome e schiena sinistra, completamente ricoperte da un tatuaggio tribale di quelli "ad alta copertura".
Eppure, lui mi piace, parecchio, soprattutto quando lo vedo nudo in spogliatoio e lo posso contemplare nella sua interezza, così definito, così costruito e disegnato, e con il suo fantastico sedere piccolo e sodo che risalta perchè non tatuato e candido, con un segno netto dell'abbronzatura lasciato dallo slip.
Così, proprio questo ragazzo, mi sta facendo apprezzare un po' di più l'arte del tatuaggio che però ammiro solo su fisici particolarmente belli e scolpiti e dedico quindi un post a degli uomini da urlo, più o meno tatuati (ricordo che cliccando sulle immagini si ingrandiscono) ed un video bollente, dove il sesso fatto dai due protagonisti tatuati è hot ma anche tenerissimo e ricco di appassionati baci.
video

venerdì 28 maggio 2010

Blowing day

Non vi faccio segreto che nella pratica del sesso il pompino è qualcosa che mi risulta tra le più eccitanti. Pompini da ricevere ma anche da fare.
La fantastica sensazione delle labbra sul glande, la bocca umida e calda che si strofina sull'asta mi danno un piacere immediato. Ma anche il donarlo, l'idea di ingoiare in bocca tutto un arnese e sapere di regalare fantastici brividi mi è altrettanto appagante.
E allora stasera, visto che l'uscita con A. (ve ne ho parlato, il mio coetaneo con il quale da qualche settimana mi incontro - wow, wow, wow... non mi sembra ancora vero) è saltata e rimandata a dopo il week end (uff... :-( e mannaggia!) mi dedico almeno un po' di pompini virtuali. E per finire, in questa immagine, l'anticipo del breve filmato che vi presento, dove l'audio rende bene la goduria di un pompino fatto come si deve ;-) video
Aggiornamento: per godere di un lavoro "da manuale" vi rimando al video in questo mio vecchio post

Il principe della sabbia

E così sono andato al cinema e son riuscito a vedere, finalmente, il film Prince of Persia.
Premessa: non amo il genere fantasy.
Ma se un film vede come protagonista Jake Gyllenhaal, io lo DEVO vedere!
Adoro Gyllenhaal, sin da prima della sua parte nei panni del cow boy gay ne "I segreti di Brokeback Mountain". Lo adoro perchè è un bravo attore, sempre molto credibile, sempre in parte, e lo adoro perchè è il tipico uomo che piace a me.
Quindi al cinema per Prince of Persia - Le sabbie del tempo, film tutto sommato carino, ho potuto apprezzare un Jake più muscoloso del solito (e mi chiedo, come mai questi attori riescono a modificare il loro fisico nel giro di pochi mesi quando a me anni di palestra riescono tutt'al più a dare una lieve parvenza di tonicita???) e anche se privato di particolari parti recitative, essendo l'azione la base di questo film, ho avuto almeno la festa per gli occhi
Di Gyllenhaal mi ha sempre affascinato lo sguardo. Anche in questa foto dove pare a metà tra lo stupito e l'inebetito io lo trovo adorabile. E scusate... non vi ricorda lo stesso sguardo dell'Aladdin disegnato dalla Disney? Il film, non ve lo racconto, gioca tutto sulla difesa di un pugnale contenente della sabbia, che ha la possibilità di riportare indietro il tempo. Naturalmente Gyllenhaal, l'eroe buono, utilizzerà questa peculiarità per risolvere alcuni dissidi di potere e comando e tenere unita la propria famiglia proprio grazie alla magica sabbia. E di sabbia nel film se ne vede molta. Sia nell'ambientazione nel deserto, sia in forma di tempesta etc. Ma uso la sabbia come pretesto per finire questo post con l'immagine di un nudista in spiaggia che ha dello spettacolare. Cliccate sull'immagine per ingrandirla, guardate bene e ditemi: convenite o no che il vero principe della sabbia sia questo? Mmm!!!

mercoledì 26 maggio 2010

Mattino

Per chi come me non vive solo, momenti di intimità è difficile trovarli. Camera o bagno, son questi gli unici due ambienti della mia casa dove posso ritagliarmi relax e piaceri miei. Ma in questi giorni la casa è tutta per me e mi piace approfittarne per godermi tutti lo spazio. First of all, dormo nudo (cosa che faccio comunque ogni tanto, anche se quando non son da solo, uso qualche attenzione in più). E' un piacere la sensazione di libertà che provano la mia pelle e i miei genitali al contatto con le sole lenzuola e il risveglio è sempre più piacevole.
Poi adoro alzarmi e girar per casa nudo, un salto al bagno, doccia e barba per poi riprendere la quotidianità con calma e sempre nudo. Mi preparo la colazione, l'immancabile caffettiera e mi godo il caffè alla finestra, ancora nudo. Relax totale.
Vorrei fermare questi attimi ma purtroppo poi si ricomincia a correre (e rivestirsi!) per andare al lavoro. Ma che bella questa prima mezz'ora di abbandono.
Su questo tema girano in rete da alcune settimane le foto del pornoattore Landon Conrad che ritengo particolarmente stuzzicanti. A parte il "mascellone" che non mi piace poi molto, stravedo per il suo fantastico fisico e, noterete, il suo arnese che si ritrova tra le gambe. Eppure stranamente, le mie foto preferite sono quelle di lui in slip e la tazza di caffè tra le mani (con tanto di erezione mattutina), ancor più del suo nudo. Come molto mi stuzzicano i primi minuti del suo video che avevo postato poco meno di due settimane fa, la prima parte di Morning Wood, quella che nel mio post ho chiamato Doccia Bollente, dove lo vediamo alle prese con i riti del risveglio, barba, doccia e vestizione. Se ve li siete persi, vi consiglio di buttarci un occhio, almeno nei primi 4 minuti. Il video lo trovate in questopost

lunedì 24 maggio 2010

Sempre spogliatoi

Ancora spogliatoi. Sono ripetitivo, lo so. Quanti post ho già dedicato agli spogliatoi... ma che ci devo fare? Dopo la sauna è la zona che più mi piace della mia palestra. Zona docce aperta, molto ampia, ci si lava in tanti senza nessun separè, nessuna tenda, nessun muretto. Visto poi che l'occhio vuole la sua parte io, discretamente, me la prendo. Come stasera. In doccia con il solito giovane dal fisico fantastico, non ha un muscolo non definito: addominali spettacolari (altro che il six-pack!), pettorali a balconcino, spalle ampie e... credetemi, un culetto da urlo! Il cazzo è abbondante, non lungo ma di circonferenza piuttosto grossa e, se devo dirla tutta, sempre barzotto, mai a riposo assoluto. Un orgasmo solo a vedersi! Ma oltre a lui, stasera son capitato in doccia nell'orario legato alla fine di un corso di striding e così gli spogliatoi eran pieni. In generale ho pensato che la lezione li avesse tutti spossati, considerando quanto erano afflosciati gli attrezzi che potevo vedere. Comunque, per farvi meglio entrare nella situazione docce e spogliatoi vi posto questo video decisamente voyer. A me piace sempre questo genere. video

sabato 22 maggio 2010

Mediterraneo

Mi piacciono gli uomini mediterranei. Uomini dal fisico asciutto, dalla pelle abbronzata e già di per se scura. Mi piace il senso di virilità che trasmettono, pelli da sempre scaldate dal sole, a differenza del mio pallore persistente. Mi piace l'uomo moro, capelli scuri, barba e pelo scuro e per questo motivo ho cercato e trovato in rete pane per i miei denti (o meglio, calli per le mie mani, LOL). Così ho scoperto questi pornottatori che per la Lucas hanno girato una serie di porno denominata "Men of Israel". Ve li presento:
AVI DAR JONATHAN AGASSI NAOR TAL Quest'ultima immagine di Naor Tal che si rinfresca ci porta direttamente al video che vi posto qui sotto, appunto con Naor Tal e Agassi.
Oltre ai due fantastici personaggi, l'atmosfera che mi eccita parecchio è legata alla mia fantasia di poter fare sesso all'aperto su una terrazza dominante la città. Chissà da dove mi viene questo desiderio che mi accompagna da un bel po' di anni. Sarà il mio spirito nudista... Vi auguro buona visione!
video
Related Posts with Thumbnails