Google Website Translator Gadget

martedì 29 giugno 2010

Slacciando il jeans

Slacciando il jeans si può vedere qualcosa di interessante. Soprattutto se sotto non si indossa nulla.
Slacciando il jeans può nascere il desiderio. Così parte il divertimento e non ci si ferma più. Come questo ragazzo che divertito parte dal mostrare il fisico palestrato, poi, appunto slaccia il jeans e si lancia in una lunga sessione masturbatoria con tanto di dildo.
Da guardare per intero, rilassati e con calma.
video

Fighi mondiali - Fernando Torres

In campo questa sera, due fuoriclasse del calcio e della bellezza. Cristiano Ronaldo, per il Portogallo, a cui ho già dedicato un post e, per la Spagna Fernando Torres, detto El Niño, e così chiamato per aver aperto la sua gran carriera da giovanissimo ma anche per i suoi tratti somatici da ragazzino. Se vi interessano alcune note biografico-sportive vi rimando a questo link, se invece vi interessa conoscerlo meglio nelle immagini, scorrete questo post e godetevi il fascino di un bel fisico e un volto molto carino ma non lontano dalla normalità. Questo suo non essere smaccatamente strafigo ma "solo" figo, lo rende ai miei occhi molto interessante.

lunedì 28 giugno 2010

Schifezze

Leggendo il consiglio letterario di FrAnCeScO sull'ultimo libro di Baricco, Emmaus, mi è tornata alla mente questa pagina, memorabile, di uno dei suoi primi libri: Castelli di Rabbia.
Una pagina che mi ha sempre provocato profondamente e che non esagero dire aver letto almeno un centinaio di volte. Non si riferisce a gay o a etero, si riferisce all'uomo in generale, ai suoi desideri, alle sue pulsioni, ai sensi di colpa e allo stare in pace.
Ve la devo proporre.
- Che succede, Pekish?
- Schifezze - rispose.
- Cosa sono le schifezze?
- Sono cose che nella vita non bisogna fare.
- E ce n'è tante?
- Dipende. Se uno ha tanta fantasia, può fare molte schifezze. Se uno è scemo magari passa tutta la vita e non gliene viene in mente nemmeno una.
La cosa si complicava. Pekish se ne accorse. Si tolse gli occhiali e lasciò perdere Jobbard, i tubi e le altre storie.
- Mettiamola così. Uno si alza al mattino, fa quel che deve fare e poi la sera va a dormire. E li i casi sono due: o è in pace con se stesso, e dorme, o non è in pace con se stesso e allora non dorme. Capisci?
- Si.
- Dunque bisogna arrivare alla sera in pace con se stessi. Questo è il problema. E per risolverlo c'è una strada molto semplice: restare puliti.
- Puliti?
- Puliti dentro, che vuol dire non aver fatto niente di cui doversi vergognare. E fin qui non c'è niente di complicato.
- No.
- Il complicato arriva quando uno si accorge che ha un desiderio di cui si vergogna: ha una voglia pazzesca di qualcosa che non si può fare, o è orrendo, o fa del male a qualcuno. Okay?
- Okay.
- E allora si chiede: devo starlo a sentire questo desiderio o devo togliermelo dalla testa?
- Già.
- Già. Uno ci pensa e alla fine decide. Per cento volte se lo toglie dalla testa, poi arriva il giorno che se lo tiene e decide di farla quella cosa di cui ha tanta voglia: e la fa: ed eccola li la schifezza.
- Però non dovrebbe farla, vero, la schifezza?
- No. Ma sta' attento: dato che non siamo calzini ma persone, non siamo qui con il fine principale di essere puliti. I desideri sono la cosa più importante che abbiamo e non si può prenderli in giro più di tanto. Così, alle volte, vale la pena di non dormire per star dietro ad un proprio desiderio. Si fa la schifezza e poi si paga. E' solo questo davvero importante: che quando arriva il momento di pagare uno non pensi a scappare e stia lì, dignitosamente, a pagare. Solo questo è importante.
Pehnt stette un po' a pensare.
- Ma quante volte lo si può fare?
- Cosa?
- Fare schifezze.
- Non troppe, se si vuole riuscire a dormire ogni tanto.
- Dieci?
- Magari un po' meno. Se sono vere schifezze, un po' meno.
- Cinque?
- Diciamo due. poi se ne scappa qualcun'altra.
- Due?
- Due.
(Alessandro Baricco - Castelli di rabbia)

domenica 27 giugno 2010

Monello

Sguardo da monello, fisico da modello, quello di Simone Lucioli, romano ma esportato a Londra, hair stylist e modello, in cerca di un agente (facessi quel lavoro mi sarei già fatto avanti) come si legge nel suo portfolio.
30enne dal fisico definito, quasi cesellato ma ancora molto naturale, volto bello e interessante, ha anche posato per la copertina di una rivista gay anche se, peccato, dichiara di non essere disponibile a foto di nudo integrale. Peccato, perchè nella foto in mutanda verde il pacco pare decisamente, stupendamente, audacemente, ancora da modello monello. Dai Simo, facce er regalo!

sabato 26 giugno 2010

Acrobaticamente, con foga.

Oggi ci diamo al sesso acrobatico. Che può essere più o meno estremo (i due nella foto li vedo in serio pericolo...).
Ho trovato un gran video con il protagonista attivo che è letteralmente una macchina da sesso.
Muscoloso, dotato, determinato.
Con grande foga fa sesso, e i gemiti in questo video si sprecano. Anche i soli baci sono energici, vigorosi. Ma soprattutto i due attori si sbizzarriscono nelle pose più strane e acrobatiche, con tanto di sesso in piedi dove il passivo è letteralmente IMPALATO.
Vi avverto: se dovessimo dare un potenziale orgasmico al video, qui ci son tutte le 5 stelle!
video

giovedì 24 giugno 2010

Radersi

Mi affascina sempre vedere un uomo che si rade. E anche il farmi la barba che faccio un giorno si e uno no, pur essendo un'incombenza mattutina che a volte eviterei per pigrizia, lo ritengo un bel momento, un mio momento. Da sempre, il mio farmi la barba è sinonimo di nudità totale di fronte allo specchio. Non so, ma neanche i boxer indosso. E' un rito, un abitudine. Ma non sono il solo. Stasera parlo di barba perchè in palestra un tipo (un gran figo in verità) s'è fatto la barba negli spogliatoi. Devo dire che non m'è mai capitato di vedere qualcuno radersi in palestra. Diceva che aveva un appuntamento galante subito dopo. E dopo aver indugiato parecchio sotto la doccia con me, senza poi neanche asciugarsi è andato ai lavabo e, con tutto il necessario s'è raso per bene. Se l'occhio vuole la sua parte stasera l'ha avuta. Lo guardavo di sottecchi e lo vedevo di spalle, con il suo culo alto e tonico mentre si radeva. Tutto questo mentre io mi cambiavo (lentamente, molto più lentamente del solito) e mentre lui chiacchierava con un altro tipo del pessimo risultato della Nazionale di oggi pomeriggio. Poi, finita la rasatura, si è asciugato, profumato, rivestito ma indossando i pantaloni senza le mutande. Chissà che bella seratina che avrà avuto e che fortuna la (o il) partner, con un bonazzo così!

mercoledì 23 giugno 2010

Boy toy

Boy toy: il ragazzo giocattolo.
Che si intende? Vediamo...
L'ometto a pagamento? Stripper, escort o, termine desueto, gigolò?
Il giovane scopabile? Tipico articolo da auto-regalo desiderato da signore cinquantenni in difficoltà d'accettazione del loro passare degli anni?
Giocattolo da sexy shop, gonfiabile o rigido, versione maschile ma meno gettonata dell'inflatable dolly?
E che direste ad avere una relazione con un manichino?
Che tristezza, che ridere, che pensieri... profondi (!?!)
Provate a guardarvi questo film: divertente e commovente allo stesso tempo. E' una storia di solitudine, di bisogno d'amore, di difficoltà nel vivere le relazioni, di solidarietà, di guarigione. Un gran bel racconto, semplice ma non banale, facile ma non scontato, dalle dinamiche e situazioni quasi spiazzanti, con scene paradossali e divertentissime ma pronto a scatenare la lacrimuccia.
Passato al cinema quasi in sordina, lo trovate facilmente in dvd.
-A volte è così rassicurante essere abbracciati da qualcuno, non credi? È così bello!
-Non è bello per niente. Fa male.
-Come un taglio?
-Come un ustione. Come quando sei in mezzo alla neve, non senti più i piedi, rientri in casa e ti si scongelano.
(da: Lars e una ragazza tutta sua)

Se basta uno slip...

... a scatenare certe mie fantasie, bene... sarò spossato per tutta l'estate, e non solo per il caldo!

martedì 22 giugno 2010

Dita

Nella pratica della masturbazione non mi ha mai fatto impazzire poi molto l'utilizzo delle dita nel mio buchino. Questa "variante" alle classiche seghe l'ho scoperta tardi, diciamo dopo i venti e passa anni ma, pur ricorrendoci talvolta, non mi ha mai intrigato più di tanto. Sino a che... l'ho scoperta nel rapporto a due. In quel caso il giocare con le mie dita nel sedere del partner o il prestarmi per questo, ha assunto ben altro divertimento. Ora mi intriga molto anche nei video, pur non essendo mai così spesso rappresentata. Ma nel video di questa sera, già bollente per la bellezza dei due giovani (in particolare il passivo mi piace moltissimo) il fingering si vede molto più di quanto si possa vedere in un classico porno gay. Ed è intrigante. Come lo sono i baci e l'atmosfera intima e non meccanica che di solito si vede nei filmati del genere. video

lunedì 21 giugno 2010

Fighi mondiali - Cristiano Ronaldo

Proprio ora, in campo per la seconda sfida del girone, il Portogallo contro la Corea del Nord. Mi auguro la vittoria dei lusitani, non tanto perchè tifo per loro ma piuttosto perchè più restano in gioco più ci possiamo godere il secondo figo mondiale che vi propongo.
Straconosciuto, desiderato, decisamente intrigante, ci apprestiamo a godere di qualche immagine di Cristiano Ronaldo. Che tutte le vuvuzela suonino per lui? Controllato? Tutto a posto? :D
Related Posts with Thumbnails