Google Website Translator Gadget

giovedì 30 giugno 2011

Gemiti amatoriali


Poco meno  di due minuti questo video amatoriale. Il passivo geme, l'attivo ha un bel cazzo, si mette di fianco e stantuffa. Ho una gran voglia.

video

martedì 28 giugno 2011

Che caldo fa?

Da me, per oggi e domani, prima allerta caldo con temperature percepite di 34° e alti tassi di umidità. Come proteggersi? Sapete che questo è un blog di pubblica utilità (!?!) e quindi vi fornisco i consigli soliti per la nostra salute:
 
Anche se il sollievo è immediato, non sostare direttamente sotto prese d'aria;

Se vi è possibile state in casa nelle ore più calde

Preferite cibi freschi e leggeri: una buona insalata, una bella caprese...

Abbassate la temperatura corporea con una doccia fresca

Indossate abiti leggeri

Bevete molta acqua
 
In caso di particolare necessità, chiamate pure i vigili del fuoco.

State già meglio, vero?

lunedì 27 giugno 2011

Smacchiatori

E' stata un'emozione intensa la meta finale del mio orgasmo.


E' stata una sorpresa riesplodere ancora pochi minuti dopo.


Ma gli schizzi volati sul sedile posteriore oggi si vedono.
Cercasi utili consigli per smacchiare tessuto nero da aloni bianchi.

domenica 26 giugno 2011

Smile, it's sunday!

Ho avuto un buon risveglio, stamattina.
E la conferma di L. che nel pomeriggio e sera staremo insieme.
Sorrido. E' una buona domenica.
E mi lascio incantare dalla serenità di questi uomini che fanno felice il cuore sperando facciano sorridere anche voi.





sabato 25 giugno 2011

Gay-hay (fieno gay)

Nel video di oggi l'ambientazione è agreste. Quel ritorno alla natura, alla terra, al rude, al "vero". Il fascino dell'uomo contornato di fieno e paglia, quel fieno ispido e morbido allo stesso tempo, quella paglia che punge e da prurito. Ma ancor più che l'ambientazione, mi interessano i protagonisti. I due comprimari, con fisici muscolosi e asciutti, presi dall'ardore, si scambiano baci e un bel po di pompini, ma mentre esercitano questa loro passione si avvicina un altro bel manzo (e manzo è il termine più indicato per il sesso nella stalla) che da buon guardone si masturba alla vista del loro amplesso.
Durante la scena, compare tra le balle di paglia un altro bel giovinotto, che con un colpo di tosse richiama l'attenzione sui due comprimari. I due, visto che la tosse indica la necessità di uno schiarimento di gola, pensano bene di curarlo, portando entrambi e in contemporanea in quella gola un po' di sollievo.
Probabilmente i pruriti di quest'ultimo non sono solo in gola tanto che ad un certo punto pensano bene di prendersi cura di un altro suo orifizio. Intanto il voyeurista continua a guardare...









Buon sabato e se ne avete occasione, fate un giro in campagna durante il week-end.
Teoricamente lo dovrei fare anch'io con L., febbre da fieno permettendo.
Buon gay-hay a chi può!

giovedì 23 giugno 2011

La nicchia

Forse, di questo amore, nessuno avrebbe voluto saperne, ma lui non poteva vergognarsene perché era «lui», non corpo o anima, e nemmeno corpo e anima, ma «lui» che operava attraverso l'uno e l'altra. Continuava a soffrire, e tuttavia un senso di trionfo si era formato altrove. La sofferenza gli aveva indicato
una nicchia al di là del giudizio del mondo
dove gli era consentito rifugiarsi.


E' già stato scritto tutto. Si pensa di vivere cose nuove e invece no.
Il percorso è tuo e si differenzia da quello di altri solo per come è stato articolato. Però la direzione è più o meno quella, il sentiero già battuto, le emozioni, le gioie, le paure e frustrazioni... già provate da qualcun altro in passato e che si ripeteranno in futuro.

Vivo la mia omosessualità di nascosto eppure ho trovato l'amore, mi son costruito un riparo dove coltivarlo nel segreto. Nella mia nicchia ne vivo la fatica e il trionfo.
Anche questo è gia stato scritto. Ma non toglie nulla alla mia originalità.
Porto quella confortante impressione di non essere così solo: se c'è qualcuno che già l'ha vissuto, c'è qualcuno che allora può capire.

Sapore


"Perchè l'amore non è nel cuore,
ma riconoscersi dall'odore"
canta Finardi.

Anche riconoscersi dal "sapore".
Non è solo una mia fissazione, l'oralità nel rapporto è un aspetto determinante. Con la bocca ci addentriamo in un mondo di sensazioni e di scambi.
Adoro quando si alternano pompini e baci.
Voglio riconoscere il corpo dell'altro con le mie labbra, aver la bocca piena di lui, allungare la lingua fino a farlo gemere.
La mia bocca è un'organo genitale.







mercoledì 22 giugno 2011

Certi fantasmi


Il mio SMS a L.

Uff. Stanotte i soliti fantasmi: A. :-(
Perchè cado in quel desiderio proprio ora che sono appagato da te?
Io ti voglio bene, non ho dubbi. Scusa. Baci


L. risponde

Ciao. Spero sia voglia del suo pisello... è diverso :) anch'io vorrei che P fosse single e innamorato di me... ma non è così... poi i sogni viaggiano su un binario diverso. Baci

Io riscrivo

Si. Forse è un bisogno solo fisico, forse è il sentirsi rifiutati da loro. Dovrei fregarmene ora che ho te e che ci sto bene. Eppure certi sogni condizionano.



Insomma, stanotte ho risognato A., l'uomo della mia prima "relazione". Anche se relazione non era, anche se era trombamicizia, diciamo comunque l'uomo con cui ho iniziato a vedermi con una certa regolarità per alcuni mesi e col quale, per la prima volta, raccontavo me stesso, la prima vera persona incontrata nel mondo reale a cui affidare il mio coming-out.
Sapete, la storia con lui è finita, con molto amaro in bocca ma tant'è... acqua passata non macina più.

P invece è l'ex-amore di L.
Io e L. ci siamo conosciuti nel periodo in cui uscivamo da queste storie, entrambi avevamo bisogno di un chiodo per scacciare il chiodo e il nostro incontro, nato da questa esigenza, ci ha portati ad oggi, con la bella storia che stiamo vivendo, di cui vi partecipo le mie (stucchevoli) romanticherie.
Perchè allora la mente ritorna al passato. Perchè certi fantasmi ritornano?
Non è che mi interessa analizzare più di tanto i motivi psicologici ma vorrei indicazioni su come fare, se a qualcuno è capitato, come AGIRE-REAGIRE-INTERAGIRE con questi fantasmi.
E' come se minassero l'oggi positivo che stai vivendo e li vorresti eliminare. Ma sai che se anche fai finta, non puoi non ascoltarli almeno per un attimo. Loro parlano. Li scansi di giorno, arrivan di notte.

martedì 21 giugno 2011

E' estate

21 giugno, è ufficiale, è estate.
E d'estate ci si spoglia!
Voi l'avete mai fatto?





Il cielo è di serie

Avevo un'auto, una di quelle con i tetti panoramici in vetro. Guardavi in su e ti dava il cielo: il sole, le nubi, soprattutto le stelle. Ma quando avevo quell'auto non avevo nessuno con cui guardarle.
L'auto che ho ora ha il soffitto completamente chiuso. 
Però ho un amore, e con quell'amore ci passo del tempo in quest'auto. Siamo ancora nella fase dello stupore.
Ancora sabato, a vederci sorridere, schernirci per qualche battuta, ridere - che bello ridere d'amore - mi ha fatto aprire il cuore: un momento di difesa, una piccola "vergogna" di L. mi hanno intenerito ed è cosa "nuova" riuscire ad appassionarmi ad una persona, scoprirla, conoscerla intimamente. Sorrido ancora oggi se ripenso a quel momento. Mi si è aperto il cielo. Nonostante quel soffitto chiuso.

A rivestirsi in auto non è semplice come a spogliarsi.
Rimettersi in ordine, darsi un contegno, è faticoso. Ho aperto la portiera, sono sceso un attimo per calzar bene i pantaloni ed infilarci la maglia. Guardo il firmamento e dico a L.:"che bella stellata" e son sicuro, brillava di più per la tenerezza provata.

Era bella l'auto di prima, ma senza amore, certe stelle le potevo solo sognare.





Attraversami il cuore,
il peso della solitudine è variabile

L’amore si può mancare per un attimo
Attraversami il cuore,
perchè arriva troppo presto
o troppo tardi si fa ricordare
E ritrovare i momenti perduti non è facile
… non è facile
Attraversami il cuore
io non so fino a dove
il cielo allunga le braccia
mentre i tempo ci sporca la faccia
tu attraversami il cuore
le parole non possono spiegare
quando il fuoco finisce
e comincia l’amore
non andartene… non andartene.
Io non so fino a dove
ci porteranno i nostri sogni

ma so che fino a quando
ci parleranno d’amore
continueranno a fiorire stagioni.
Attraversami il cuore
per uno che ci riesce,
mille ci provano all’infinito
e troppi sono bagnati di lacrime
tu attraversami il cuore di luce
…di luce, di luce
e d’allegria.
Non andare via
non andare via.
Io non so fino a dove
ci porteranno i nostri sogni
ma so che fino a quando
ci parleranno d’amore
continueranno a fiorire stagioni
…stagioni, stagioni.
Non andare via
non andare via
Attraversami il cuore
il peso della solitudine è variabile
l’amore si può mancare per un attimo
(Paola Turci)
Related Posts with Thumbnails