Google Website Translator Gadget

sabato 19 gennaio 2013

Prosopagnosia

Dimmi che cazzo hai e ti dirò chi sei.
Nel senso... fatti guardare e chiedimi poi di che colore hai gli occhi. Non te lo saprò dire. I capelli? Lunghi o corti? Erm... lasciami pensare.
Ma fammi vedere il pisello et voilà, quello con buona probabilità non lo dimenticherò.
Mi succede. Troppo spesso. Forse si chiama "memoria selettiva"? La capacità di ricordare solo ciò che realmente interessa?

Come, tanto per dire, con "Cazzellotto", di cui vi avevo già parlato
Non vi saprei dire ora esattamente particolari caratteristiche del suo volto, come farei fatica a riconoscerlo/associarlo tra le persone che conosco se lo incontrassi in via del Corso, anzichè in palestra.
Ma il suo pisello, quello si che lo riconosco. L'ho notato dall'inizio, anche per quella strana caratteristica che aveva di spogliarsi completamente per cambiarsi per andare in sala pesi, mettendosi comodo nei pantaloncini, senza portare le mutande. Proprio come questo del video:
video
Ora, Cazzellotto non è altrettanto figo, ma dotato molto (tra l'altro, cercavo sempre di capire come potesse quel suo pisello lungo, mai fuoriuscire dai pantaloncini corti e ho scoperto poi che indossa pantaloncini con mutanda a rete contenitiva, si, proprio come nei costumi da bagno).
Ma di altro vi stavo parlando.

Com'è il pisello di Luca? Ah, si... Lo ricordo bene. Tozzo ma grosso.
E Andrea? Uhm, niente di che...
E Sofficiotto, che pure è una vita che non vedi? Eh... quello lo ricordo bene, eccome se lo ricordo... Quanti pensieri impuri ho fatto sulle panche di quello spogliatoio...



E quindi, com'è il pisello di Giuseppe?
Ecco, qui casca l'asino.

Si perchè Giuseppe ha un pisello asinino. Lungo, eccessivamente lungo, e abbastanza grosso... e lo sembra ancora di più se abbinato alla sua eccessiva magrezza e un toracino minuto.
Basso e calvo, quasi cinquantenne, da due anni Giuseppe frequenta la mia palestra. Io con lui ho sempre fatto saluti solo di cortesia e mai un dialogo. Una persona con la quale mai mi è venuta l'ispirazione di condividere qualcosa. Perchè poi avrei dovuto? Devo mica parlare con tutti.
E invece AVREI DOVUTO! Vi spiego.

Rimanendo soli in spogliatoio, gli ultimi due utenti poco prima della chiusura, è più imbarazzante il silenzio e quindi ci siam messi a chiacchierare con parole di cortesia: il tempo. Una chiacchiera tira l'altra e lui dice "si, beh, io lavoro poco lontano da casa tua". "Davvero?" chiedo, "non ti ho mai visto".
Lui mi guarda strano e dice: "scusa, ma io sono il socio di Tizio, il tuo amico, ci conosciamo da anni".
Oh cazzo!
"Scusami ma non ti avevo riconosciuto, ti sarò sembrato un orso in questo tempo che non ti ho mai rivolto la parola, io delle persone che non ho spesso sott'occhio mi dimentico, non le so riconoscere". Ero imbarazzato. Anche perchè mentre dicevo così mi sovveniva che con Giuseppe abbiamo condiviso una settimana bianca anni fa e un lungo week-end in Toscana, lui, il mio amico, le loro mogli e i loro figli. Cioè, voglio dire, mica uno visto una volta a cena e poi basta.

Avrà pensato che sono o fuori di testa o molto più probabilmente che in questi due anni me la tiravo e fingevo di non conoscerlo.
Ma giuro: io fatico a riconoscere le persone dai volti, soprattutto fuori dai contesti in cui le ho incontrate. Un volto visto anche spesso ma ritrovato dopo tempo in un altro contesto probabilmente non lo saprò associare ad una conoscenza.
Questa incapacità di riconoscere i volti si chiama "PROSOPAGNOSIA", oddio non credo di avere proprio questo deficit mentale, ma qualche carenza si, da anni. E mi preoccupa. E mi fa continuamente fare figuracce.

Certo è che il pisello, occhèi, diciamolo, il cazzone... di Giuseppe, non lo dimentico. Chissà per quale motivo: chiamiamola prosopagnosia, chiamiamola memoria selettiva, ma alla fin fine la mia è semplicemente una
"memoria del cazzo".

50 commenti:

  1. Mmhh.. ma non sarà invece (data l’età avanzata..) un banale attacco di arterosclerosi?
    Ghghghghghghghghgh…

    [ok, questa è acidissima.. è che se fossi sempre gentile, poi non vorrei che cominci a preoccuparti troppo..]

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vabbè! Ma così è come sparare sulla croce rossa! Uff!

      Elimina
  2. Hai vinto il premio per la peggio figura di merda del 2013! Complimenti soprattutto per l'assegnazione il 19 gennaio! Ahahah
    Anche io non ho una memoria visiva molto efficiente, ma i tuoi livelli sono quasi irraggiungibili! Cavoli, un intero fine settimana e tutta una settimana bianca... XD sei un vero disastro!!
    Quindi, riepilogando, tu se di una persona non vedi il cazzo, non te la ricordi? Beh, non c'è male...
    Vabbé vá... Sei bello lo stesso! :D
    Bacioni Luci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è proprio così. Potrei ricordarmi di te se ti vedessi anche se tu non hai il cazzo. Mi basterebbe vedere quello di tuo marito... ;)

      Elimina
  3. Beh,
    più che memoria del cazzo è un "chiodo fisso" il tuo!
    Non ricordarsi neppure di una persona che ha passato insieme a te dei giorni..avrete parlato in quel periodo, avrete condiviso una cena, una passeggiata con le famiglie?!?
    Beh mi sa che ti toccherà pagare pegno x questo! Quindi aspettarlo in spogliatoio e...renderti disponibile, in fondo per un quasi amico, si deve fare uno "strappo"!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se vuole... Ma l'etero asinino non ha il minimo interesse per certe pratiche...

      Elimina
  4. Ciao Inco, post davvero originale. Sulle figure poco carine posso capirti, mi capita spesso di farne e di avere anche il tuo stesso chiodo fisso. Visto il tuo difetto di memoria non ti sarà difficile ricordare il ragazzo del blog "Graffiti Love" con la sua carta d'identità davvero particolare. Un saluto e buon fine settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potessi vederlo e soprattutto provarlo "live", quel mega tipo non lo dimenticherei di certo.

      Elimina
  5. E^ un tipico sintomo della Sindrome da Dipendenza da Fallo: chi ne è colpito vede cazzi ovunque, non riconosce le persone ma solo i loro cazzi (prosopagnosia fallica) e può avere anche allucinazioni visive nei casi più gravi (la più comune è quella di vedere cazzoni ambulanti anzichè persone).
    L'unica cura è una forte astinenza sessuale per almeno un anno ed evitare di frequentare persone di sesso maschile durante il trattamento. Inoltre sono da evitare le pratiche sessuali (compresi masturbazione e pornografia).
    Mi sa proprio che dovrai andare a fare l'eremita su qualche montagna sperduta! E niente internet!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, no... So che è grave ma non voglio guarire :P

      Elimina
  6. Si anche.la mia memoria. É molto
    luca selettiva...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusate ho sbagliato a scrivere (cellulari di m***a)
      luca

      Elimina
    2. Io suggerirei invece una terapia d'urto: esposizione continua 24 ore al giorno sia a materiale fotografico (stimolazione visiva)sia dal vivo(stimolazione tattile). A quel punto si aspetta che il soggetto inizi a non sopportare più il bombardamento sensoriale e guarisca dalla sindrome.
      E se non guarisce, beh, almeno si è divertito!

      Elimina
    3. @ Luca, avevi il cellulare eccitato :D

      @S - ecco, volessi guarire, mi piace di più questa cura

      Elimina
    4. Molto...
      Luca

      Elimina
  7. ma sai che ora che mi ci fai pensare anche io ho una buona memoria di certi dettagli xD??
    certo non scordo un tizio con cui ho condiviso anche più giornate xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu non sei prosopagnosico. Sei solo buongustaio!

      Elimina
  8. Questo e forse il blog piu divertente che ho mai letto di In(consapevole) Un viso seppur stralunato o fuori spazio e facile da vedere o ricinoscere. Ma il cazzone o minchia o pisello che sia mi sempre piu difficile da ricoscere, a meno che il suo proprietario lo porta in giro tenuto in aria con un filo di nylon come se fosse un cagnolino. A proposito di cio' anni fa lessi un romanzo di Michael Craighton dove parlava di un gruppo di soldati US in Afghanistan che per passar tempo facevano giochetti del genere. Uno si attaccava un filo di nylon nel fusto del cazzo e diceva: Hey guys do you think should I take my dowg for a walk ? Ragazzi,pensate che dovrei portare il mio cagnolino a passeggio ? Naturalmente i commillitoni si ammazzavino ridendo e usando espessioni molto volgari come mostrare il dito di mezzo per indicare Fuck You!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ricordo anche i cazzi senza nylon, ah ah

      Elimina
  9. E il ragazzino "timido" s'è più visto? La mia faccia però te la ricordi vero? :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, il ragazzino timido l'ho rivisto più volte e l'ho ritrovato a far la doccia senza erezioni incontrollate. Sta imparando!

      La tua faccia? No, l'ho detto che non ricordo le facce ma solo altri dettagli (p.s. - scherzo!)

      Elimina
    2. Ha imparato a controllarsi? Peccato :D Però provaci dai almeno a parlargli. Chissà che non nasca qualcosa...

      I dettagli? Se ti va ti mando qualcosa di più memorabile :P

      Elimina
    3. Ma sei già memorabile così, con i tuoi commenti, ricciolino mio ;)

      Elimina
  10. Sarà che non vado in palestra e quindi non frequento gli spogliatoi e le docce e che ultimamente di cazzi ne ho visti veramente pochi (esclusi quelli virtuali) ma per me il ricordo delle persone che ho conosciuto si concentra principalmente sul volto e al suono della voce.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece, a parte le battute e il tono scherzoso, ho davvero serie difficoltà a riconoscere i volti fuori dai contesti.
      Tanto per dire: se vedessi una tua foto on-line su un sito a tematica gay, sarebbe per me facile dire "E' Loran!". Se invece ti incontrassi fisicamente sulla 64 nel centro di Roma non ti riconoscerei. Son fatto strano così. E' grave...

      Elimina
  11. Io la chiamo memoria metonimica ( la parte per il tutto). Insomma, sai cogliere l'essenziale: un grande pregio.
    D'altronde cosa c'e di più interessante in un uomo se non un bel pacco gonfio? Dite il portafogli gonfio? Beh,pensandoci un po'...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma quindi, quando il piccolo principe diceva "L'essenziale è invisibile agli occhi" intendeva il fatto che il pacco è sempre nascosto?

      Elimina
  12. Ma povero Giuseppe!
    Io invece ricordo tutto, parti intime e visi, tanto che, a volte, faccio finta di non vedere certi elementi, che, ovviamente, ho riconosciuto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. amleto ci avrei sommesso tipico della vergine 'tacci tua! ahahahaha

      Elimina
    2. A volte esco senza occhiali, così dico: "Scusami, non ti ho riconosciuto, ma senza occhiali non ci vedo.", anche se in realtà ci vedo. Hihihi

      Elimina
    3. Parafrasando Arisa - Sei falso, Amleto, cazzo! XD

      Elimina
  13. Io un viso lo dimentico difficilmente, e anche dopo anni ricordo di averlo visto..se poi a quel viso c'è un cazzo da associarci ricordo molto bene anche quello!!

    Merc

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che fortuna! Io sarei in pessimo testimone oculare in caso di identikit. A meno che debba riferire di qualcosa accaduto in una spiaggia nudisti :D

      Elimina
    2. beh ma allora il tuo posto è lì..su una spiaggia nudista...e accade sempre qualcosa lì;)!

      Merc

      ah uno di quelli che ricordo beeeene è il tuo..quando si può rivedere?!? :)

      Elimina
    3. Eh eh... chi lo sa... comunque nel mio "drawer", insomma in quel cassetto, vaga presente più o meno in incognito. Basta solo cercarlo. E trovarlo!

      Elimina
    4. Mi metto alla ricerca!!! Sul lato b trovo niente??..ok ora mi sto allargando...:D!! Merc

      Elimina
    5. Qui negli USA diciamo "Keep on dreaming" Credo che tutti i tuoi utenti vorrebbero vederti l'uccellino, o salamino, o il salamone quel che sia. Un augurio che gli ebrei si fanno e' "L'anno prossimo a Gerusalemme" Nella nostra amata lingua italiana sarebbe: "Campa cavallo che l'erba cresce" tutte espressioni che indicano il nostro desiderio di vedere il blog master nella sua bellezza maschile, niente viso, capiamo e rispettiamo la tua valonta' all'anonimato, ma come diciamo a Catania "u cazzu ie' nautra cosa"
      Sempre vicino attraverso l'Atlantico

      Elimina
    6. Esatto Tony...però non è solo curiosità di vedere un cazzo..in fondo basta cercare in internet e trovi qualsiasi uccello ti serva..effettivamente lo faccio già;)! Ma seguire questo blog, da anni ormai, ti avvicina inevitabilmente alla persona che in questo comunica tutta sè stessa..anche senza metterci la faccia, e l'empatia che si crea mette curiosità e affetto. Ok, non sarebbe la diretta conseguenza quella di mostrarsi..ma il fatto che Inco abbia un bel cazzo la rende tale:D

      Merc

      Elimina
    7. Caro Merc(anonimo): D'accordissimo con te, non e solo curiosita del cazzo, ma l'empatia che si crea fra individui che mette curiosita' e affetto.
      Sicuramente il nostro master blog e ben dotato. Adesso la parola a lui....

      Elimina
    8. Io non dico altro. Parlano le mie foto che vagano in rete e nulla più :)

      Elimina
  14. LOL complimenti per la figura di m.

    Io non ho una buona memoria (anzi) ma sono un attento osservatore, a dir poco, mi capita di reincontrare sconosciuti, per strada, dopo anni e pensare "l'ho già visto...". Solo che mi capita anche non sono davvero sconosciuti, dovrei sapere benissimo il loro nome, e mi parlano sapendo il mio... XD
    In compenso sono anche un tipo che tende volontariamente a non farsi notare, quindi non mi stupisco se qualcuno non si ricorda di me, anzi talvolta lo preferisco. Magari anche il 'cazzo asinino' è così...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh, quando la gente ti ferma e ti parla e tu non ricordi chi sia... A me succede un giorno si e l'altro pure...

      Elimina
    2. Ecco, i tuoi post capitano spesso a fagiolo, sono appena fuggito da una chat in cui una completa sconosciuta si dichiara una mia amica dei tempi che furono. Non riesco a capire se sia una pazza, una stalker o se sia tutta colpa mia.
      Figure di m al cubo.

      Elimina
  15. ciao inco anche io riconosco malamente i volti, e soprattutto se son passati degli anni , o se si è fatto anche un minimo cambio di look ecco che vado in tilt.. certo che come dici tu i volti che ci interessano.. e le cose che ci interessano..restano ben impressi haaha! bene adesso so di cosa soffro...hahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E sai che a soffrirne siamo almeno in due. Ma comune mezzo gaudio? Non proprio... Ah ah

      Elimina
  16. Bhé, la figura di m. è innegabile, una settimana! Non ci credo!
    Per il tuo personale "penis memory" invece ci credo! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Penis memory" mi piace! Sembra una versione cazzuta di Memory, il gioco del ricordare le carte doppie.
      Uhm, bella idea, potrei farlo, stampando su dei cartoncini un po' di cazzi diversi.
      Poi ci facciamo una partitella, okey?

      Elimina

Se vuoi dir la tua, commenta qui:

Related Posts with Thumbnails