Google Website Translator Gadget

sabato 15 dicembre 2012

Vita domestica


Ieri sera sul divano io e L. guardavamo il film "Il pranzo di Babette". Bello per noi perchè racconta la Danimarca che amiamo, lo Jutland rurale nello specifico (e del perchè amiamo lo Jutland ve lo avevo già raccontato qui).
Il pranzo di Babette è una storia semplice ma pregna della poesia che Karen Blixen sapeva infondere nel raccontare storie. Quella Karen Blixen che nella sua vita travagliata,anticonformista, sognatrice e senza pace diceva:
Ci vuol coraggio per essere felici

Dicevo che eravamo sul divano, ciascuno a casa sua, ma era come fossimo insieme.
Via sms ricordavamo quella nostra vacanza nella casetta rossa lassù in Svezia, e le nostre serate a scaldarci con un plaid appunto su un divano mentre si guardava assieme la tv (anche questo ve lo avevo già raccontato qui)

Ci manca quell'esperienza di vita domestica. Dopo due anni dal nostro incontro siamo ancora, pur nelle difficoltà, nella distanza, nelle fatiche, nei periodi di scoglionamento, a cercare il nostro calore e a vivere di una speranza che ci abita insieme al disincanto.
Ma ieri sera il finale del film, mi piaceva pensare raccontasse anche di noi:
Le stelle sono venute più vicine.
Forse verranno più vicine ogni sera.


Ho trovato un video.
E' una cosa da orgasmo totale secondo me.
E' un porno, ma non è solo un porno, è un amatoriale ma non è solo un amatoriale.
E' una coppia, nel loro cucinino, vita domestica appunto, una coppia in mutande. Due telecamere fisse, una di fronte e una di lato, per riprendersi nei loro baci, nel contatto dei loro corpi, nell'appartenersi con un pompino, nel segarsi assieme, nel penetrarsi.
Io qui mi eccito moltissimo ma non vedo un porno, non vedo un amatoriale. Io qui vedo due uomini che semplicemente stanno
facendo, creando, condividendo...
l'AMORE.

Vita domestica...

video

50 commenti:

  1. Non oso immaginare la bellezza della vita quotidiana di coppia, ma tu l'hai descritta, forse in maniera particolare, ma l'hai descritta.
    Un bacio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non la conosco neppure io. L'ho solo intravista...

      Elimina
  2. Io credo che per me la vita di coppia rimarrà solo uno dei tanti desideri irrealizzati in vita. Mi rifarò in altro modo :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E chi l'ha detto? Guarda, ho sempre pensato lo stesso "futuro" per me. La vita ci frega, spesso, troppo spesso. Ma sa anche stupire. Credici. :)

      Elimina
  3. beh, dopo 77 mesi di convivenza potrei scrive un trattato sul tema, con tutti i pro & i contro della vita de coppia gaya.
    certo, c'è quello che scrivi tu, come il fatto de esse liberi di girà nudi per casa senza fasse troppi problemi eccetera.

    Però c'è pure (almeno i primi tempi) una guerra di posizione per la gestione degli spazi vitali dell'altro; vedi gli scazzi per fesserie tipo il disordine, o il tubetto del dentifricio strizzato male.

    Per costruirsi un nido solido sono tappe da passare obbligatoriamente; a ripensarci a distanza di anni, ci mettiamo a ride dicendo "ma come avemo fatto a litigà pe ste cazzate?".
    Però succede pure questo, non è tutto (o non c'è solo) il relax, la passione & tutto il latte&miele da mulino bianco che vi può venire in mente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come sei dolce <3
      I miei, trent'anni di matrimonio, litigano in continuazione, ora mio padre è in pensione e la situazione pare peggiorata. Eppure si cercano sempre...

      Elimina
    2. ..e non t'ho raccontato quello che NON può succede quando si parla de arredamento & suppellettili!! certe guerre nucleari che levete..

      Piccolo aneddoto per fatte capì de che parlo: primi tempi che stavamo insieme, lui compra dei gancetti adesivi per i canavacci della cucina (fino a quel momento stavano appoggiati dove capitava: sedie, tavolo, ecc.).
      Solo che li prende cogli orsetti disegnati che salutano, e il gancetto li fa sembrare dei bestioni superdotati, perchè casca proprio "lì".
      Appena li vedo comincio a ride e per sfotterlo gli dico "allora c'hai il chiodo fisso colle misure grosse.. ma nun te basta er mio?? mò vuoi pure l'orsone superdotato???".
      Siccome lui non è un rosicone (nooo, mica..), s'offende, li stacca dal muro e me li tira dietro; poscia comincia la guerra del silenzio.
      Beh, per uscinne vivi, m'è toccato andà al negozietto de casalinghi e trovà i gancetti col disegnino a fiorellini; sennò me stava ancora col muso, LUI...

      Elimina
    3. Che carucci <3
      Su questo voglio un uomo che non dica nulla, che non mi contraddica, come se non esistesse!

      Elimina
    4. @ freedog - inizio col dirti che siete bellissimi. Ma davero, davero :)
      Per quanto riguarda le fasi del "non è tutto latte&miele", ti dico solo che son bastati 7 giorni insieme per riuscire a litigare molto animatamente (eufemismo) per la scelta di un distributore di benzina. Pensa te come siamo messi...

      Elimina
    5. E che potrete fà quando ce sarà da decide la carta da parati, il divano, eccetera?
      [chè tanto c'arriverete; dove vuoi scappà?]

      O questioni più esistenziali tipo: vasca o doccia? e poi, tendina o box doccia?
      Lì sò cazzi. Anzi, scazzi. Veri!

      Elimina
    6. Io so per certo che il vero problema è che tutti e due vogliono dormire sul lato sinistro del lettone... Un casino! Non si metteranno mai d'accordo! Ahahah :D

      Elimina
    7. @freedog e luci - ma ci volete proprio metter paura? ;)

      Elimina
    8. quello del lato dove dormire è un falso problema, fidati:
      anche perchè, se ho capito un pochetto come sò fatti i due piccioncini, a loro andrebbe bene pure un sacco a pelo monoposto; del lettone matrimoniale rischiano de non sapè che fà...

      A propò: aneddoto 2 da casa freedog: i primi tempi che stavamo inseme, dormivamo nel letto (singolo) che c'avevo allora.
      L'unica scomodità era che ci si intrecciavano le gambe; alla mattina era un casino districasse e dovevamo fà streching per riattivà la circolazione.
      Poi vabbè, a natale 2006 mia madre ci regalò il lettone che ancora troneggia in camera nostra.

      Quanto alle posizioni: tendenzialmente tutti e due dormiremmo a ds; poi però finisce che restiamo dove (e come.. ^_*) capita quando ci addormentiamo

      Elimina
    9. In effetti, il lato del letto non è un problema. Non ci interessa se sinistro o destro ma piuttosto il sopra o sotto. E ci s'accontenta a vicenda, un poco per uno ;)

      Elimina
    10. beh, ma potreste pure provare a stare accoccolati stretti stretti di fianco: è una posizione che può unire l'utile & il dilettevole, fidatevi dell'esperienza...
      se poi (come noialtri) vi darete da subito la regola di non indossare MAI pigiami-scafandro (ucciderebbero qsi romantica passione!) e vi addormenterete 365 gg/anno indossando solo la saliva dell'altro, scoprirete che è una scelta mooolto confortable..

      Elimina
    11. @freedog - la conosciamo, eccome se la conosciamo. La vacanza svedese ci ha visti sempre così. Un gran bel dormire :)

      Elimina
  4. Uniti anche nella distanza veramente bello, direi poetico, vi auguro di poter trovare il coraggio di stare sullo stesso divano, bisognerebbe cercare di avere coraggio anche se spesso non è facile.


    PS. perdonami se rovinerò un po' la magia di questo post ma te la devo dire: anche io ieri ho avuto un incontro di vita domestica come nel video, ma è stato con il mio dildo attaccato alla parete di un mobile libreria (i miei erano usciti) e mentre ero ho pensato "pensa se la libreria mi cade addosso e rimango schiacciato sotto con il dildo infilato e quando ritornano i miei mi trovano così" mi è venuto talmente da ridere che mi sono dovuto fermare. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah, oddio!!! Ti avrebbero ricordato come quell'artista morto a seguito di "estremi giochi erotici". E i giornali avrebbero ridotto semplicemente a quello tutta la tua vita. Neanche un accenno che a farti schiattare era stato il "peso della cultura"

      Elimina
    2. Magari così le quotazioni dei miei quadri sarebbero salite anche se non ne avrei avuto molto giovamento. ahahah

      Elimina
  5. Quello che tu desideri si chiama "normalità".
    Non la potete vivere per mille motivi: siete gay, non siete dichiarati, il dovere verso le rispettive famiglie, problemi di distanza, di lavoro, di soldi, di salute...
    Quando due persone che si amano non riescono a trovare il modo per avere la loro vita "normale" insieme, allora l'unico commento che mi viene è: viviamo in un mondo schifoso!
    Però voi non fateci caso e andate avanti, che il modo lo troverete, ne sono sicura!
    Baci Luci
    PS vorrei dire a Loran che neppure io riesco a smettere di ridere!! Tesò, ma stai attento che ti fai male davvero!! ahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo dire che non ho corso pericoli, perchè anche se non mi sono risparmiato la libreria è molto pesante e non si è spostata di un centimetro. :)))

      Elimina
    2. @ luci69 - intanto mi rincuora che in questo "mondo schifoso" e con tutte le premesse che hai fatto (e altro ancora) noi, furbini furbini, cerchiamo di ritagliare alla vita qualche pillola di felicità. Quando ci riusciamo è gioia piena!

      Elimina
  6. Risposte
    1. nooo!!!grande Oscar anche uno dei miei preferiti!..uummm mi viene un dubbio.. Il pranzo di Babette o quel filmino di (In)co???:)))))

      Elimina
    2. Oscar: non c'è altro da dire. Io e te (ok, anche lost) abbiamo una sensibilità veramente affine! <3
      Indipendentemente dal fatto che ti riferissi a Babette o all'amatoriale ;)

      Elimina
    3. ragazzi, parlo di Babette, per quanto, come sapete, il porno non mi lascia per niente indifferente.. anzi!

      Elimina
  7. Convivere son cazzi e scazzi :-D
    Bello però!

    Il film si fa sempre rivedere con piacere.

    OT
    17-18-19 Dic 2012 Napoli Festival Cinema Omovies

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'OT l'ho pubblicato nei twitter di MediaGayo!

      Elimina
  8. Condividere i rodimenti quotidiani non alimenta di certo l'amore per il partner. Piuttosto, riguarda un modo strumentale di relazionarsi con l'altro più prossimo, facendone il bersaglio su cui scaricare inquietudini più o meno momentanee.
    La convivenza mi sembra un mito moderno ed è tempo di metterlo in discussione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vedi caro L., ce lo dice anche Kike. Stiam bene così.

      Elimina
    2. kikè, sai già da tempo che non sarò mai d'accordo con te su sta cosa.
      Sai pure che potrei farti notà che questa è la favoletta che ti racconti perchè continui ad avè paura de mostratte nudo (non fisicamente, ma spiritualmente) a qualcun altro.
      Infine, sai benissimo a cosa (e chi..) mi riferisco.

      Altro non aggiungo.
      Qui.

      Elimina
  9. Conoscevo già questo bel video.
    L'ambientazione è per lo meno bizzarra ma i due maschioni e i loro meravigliosi tarelli sono molto stimolanti, soprattutto lo spruzzo finale in bocca.
    Atto che può essere di un erotismo ma anche di una dolcezza unica, a seconda di "chi e come".
    Mi piacciono molto le loro erezioni, si vede che gli piace ciò che fanno.
    Spesso neppure gli attori porno "reggono" erezioni così "dure".
    E grazie a Dio non sembrano depilati...
    Tornando all'argomento del post, tra qualche settimana sarò sposato da 20 anni.
    Forse sono quello con maggiore esperienza di condivisione domestica tra i tuoi lettori.
    Confermo che spesso ci sono attriti di convivenza che non intaccano il volersi bene come, d'altronde, si può convivere serenamente senza volersene...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh, finalmente qualcuno che mi discute sul videozzo... Che bonazzi, bonazzi, bonazzi!!!

      Elimina
    2. Certo, comunque il video non è del tutto spontaneo.
      Sono convinto che ci sia un terzo che filma e forse quei due maschioni cazzuti sono attori... chi sa.
      Comunque sono da sballo...

      Elimina
    3. Tecnicamente non c'è un terzo che filma: è si un montaggio di due camere fisse posizionate in due differenti punti. Certo è che sapere di girare un filmato calcolando di mettersi a favore di camera riduce la spontaneità. Ma comunque... che libido! :P

      Elimina
  10. videino sul tema
    http://www.la7.it/lamalaeducaxxxion/pvideo-stream?id=i564655

    RispondiElimina
  11. bello il video!!!
    però non capisco come il passivo sia riuscito a prendere in bocca il tarello del compagno subito dopo averlo estratto dal proprio sedere...
    scusate la schiettezza!!! *K*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Suppongo con un gran clistere prima di iniziar l'amore, una bel lavaggio interno e la sicurezza di una pratica molto intima da usarsi solo in una coppia stabile, affiatata e di lunga data.
      Oppure semplicemente... amanti di quella pratica.

      Elimina
    2. Sarà..., anch'io non avrei piacere.
      Comunque ognuno è libero di farlo come gli piace.

      Elimina
  12. Risposte
    1. Jimi!!! Ci sei??? :)
      Figuss si, quei due! T'è vist?

      Elimina
    2. E' un piacere saperlo. Io ho dovuto invece cancellare il tuo blog dal mio blogroll perchè come ti dicevo, c'era qualche applicazione dentro che ogni volta che lo aprivo mi mandava in tilt il pc. Era frustrante vedere l'anteprima nel blogroll, cliccare e trovarsi a piedi.
      Forse era il disqus o non so cosa, ma era decisamente troppo carico.

      Elimina
  13. Il video e molto bello. Pero non credo che dopo tanta masturbazione, imboccate e inculate sia possibile per un uomo anche se pur relativamente giovane di 45-48 anni mantenere tale erezione e finalmente sborrarsi uno in bocca all'altro, e il secondo sborrarsi nella minchia del primo. Ci deve essere una messa in scena. Chissa si sono filmati piu di una volta. Mi piacerebbe ricevere commenti di altri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ti so dire se è un montaggio di più sessioni. Ma a me, personalmente, non pare inverosimile. Voglio dire, a me e a L riesce e siamo in quell'età ;)

      Elimina
  14. Sono di statura media e posso avere una bella eiaculazione piena e soddisfacente una volta alla settimana. All'universita negli anni 1973-1974 con la mia ragazza facevamo l'amore con orgasmo multiplo anche 3 volte alla settimana. Viveva nel dormitorio e andavo a trovarla i lunedi verso le 10:30 perche' avevo una classe alle 13. Due ore di baccanalia....
    Il tuo blog e molto interessante

    RispondiElimina
  15. “Legame d’Anime..”
    Non importa quanto tu sia lontano.
    I legami tra le anime esistono perché creati dal pensiero.
    Fili invisibili che legano ricamando sull'anima
    tutto ciò che gli occhi non possono vedere,
    e lo trasformano in emozione, in gioia, in dolore.
    Anche in ricordo.
    In sorriso o in lacrima.
    Avviene tutto dentro.
    Nei meandri del cuore, nei nascondigli della mente.
    E vivono come tatuaggio sulla pelle dell’Anima.
    E arrivano Ovunque.
    E toccano l’Oltre.
    Un pensiero mi lega a Te.
    Un pensiero che gli altri chiamano Amore.
    Io invece lo chiamo con il Tuo Nome…
    (C.M. Ramos)
    Nei "Nascondigli del cuore" può esserci spazio anche per il quotidiano... Almeno è il mio augurio sincero. R.♥

    RispondiElimina

Se vuoi dir la tua, commenta qui:

Related Posts with Thumbnails