Google Website Translator Gadget

mercoledì 23 febbraio 2011

Aspettative

"Non voglio che ti stufi di me..."
Fa paura una frase così. 
A chi la dice e a chi la sente.
"Non voglio che ti stufi di me..."
Non lo so, ora, se mi stufo o no. 
Intanto, ti bacio.

Non avevano parlato di passare la notte separati, e Philip temette di poter sembrare troppo pieno di aspettative. «Dimmi la verità» disse ora. «Vuoi che venga con te questa notte? Voglio dire, potremmo mangiare, poi potrei tornare up-town. Non ci sarebbe nessun problema.»
Eliot lo guardò. «Philip,» disse «si può sapere di cosa stai parlando?» 
Philip rimase zitto per un momento. «Non voglio che tu ti stufi di me» disse alla fine. 
«Se mi stufo di te, te lo dico» disse Eliot. Gli prese la mano e si girò a guardar fuori del finestrino. 
Philip fissò il profilo di Eliot. Si sentiva come uno di quei pazzi vivisezionisti di cui aveva parlato Eliot, decisi a cono­scere gli esatti confini del dolore. Quanto posso resistere, pri­ma di sentirlo? Quanto ci vorrà prima che mi succeda qualco­sa che mi fa male?

(D. Leavitt - La lingua perduta delle gru)


15 commenti:

  1. vero.. questa frase mette paura.

    RispondiElimina
  2. dà una bella responsabilità, lo sai, si? :)

    RispondiElimina
  3. Credo che questa frase terrorizzi più chi la dice che chi la ascolta... insomma se pronunci una frase del genere hai la paura che l'altro ti riscponda che si è stufato e questo potrebbe distruggerti... d'altra parte non puoi nemmeno vivere nel dubbio...
    PS uno dei miei libri preferiti in assoluto :)

    RispondiElimina
  4. Certo è difficile da fare perchè abbiamo un cervello e non gli possiamo impedire di pensare al "se, al se è accaduta una cosa è perchè ho fatto o detto questo" ma dovremmo imparare ad aspettare la reazione degli altri senza prevenirli o cercare di entrare nei loro pensieri sia con i nostri pensieri che con le parole.

    RispondiElimina
  5. Odio questa frase uff!!
    Non conosco il libro ma sembra bello :)

    RispondiElimina
  6. Che belle parole, vado subito a cercarlo...

    RispondiElimina
  7. peeerò!!post tosto!...e come impedirlo???
    lost

    RispondiElimina
  8. @ Rafaele - credo che sia una situazione che sia capitata un po' a tutti...

    @ femminilmente - e mi chiedi se lo so?

    @ Majin79 - condivido,indubbiamente chi la dice è in quel momento il più debole e colui che ne soffre di più. Spaventa anche chi se lo sente dire, però, perchè si sente caricato di "responsabilità", parola appena pronunciata da "femminilmente".
    P.S.: il libro l'ho acquistato grazie a te: l'ho trovato nel tuo post.

    @ loran - condivido in pieno. "Prevenire" è un modo che utilizziamo per "gestire" gli eventi. Ma senza la sicurezza della reazione, quanti sbagli si fanno.

    @ awkward - in effetti?

    @ Russel & Miky - il libro mi sta coinvolgendo molto. Avevo già postato qualche giorno fa un altro brano, e un lungo pezzo lo trovate cliccando sul libro stesso che è in questo periodo presente sulla barra a destra, nello spazio "Sul mio scaffale". Ve lo consiglio.

    @ lost - come impedirlo? Si mettono in atto le azioni preventive che diceva loran, ma a rischio di ulteriori errori. Purtroppo, o per fortuna, al cuor non si comanda e la risposta... non c'è.

    RispondiElimina
  9. @ Rafaele - credo che sia una situazione che sia capitata un po' a tutti...

    @ femminilmente - e mi chiedi se lo so?

    @ Majin79 - condivido,indubbiamente chi la dice è in quel momento il più debole e colui che ne soffre di più. Spaventa anche chi se lo sente dire, però, perchè si sente caricato di "responsabilità", parola appena pronunciata da "femminilmente".
    P.S.: il libro l'ho acquistato grazie a te: l'ho trovato nel tuo post.

    @ loran - condivido in pieno. "Prevenire" è un modo che utilizziamo per "gestire" gli eventi. Ma senza la sicurezza della reazione, quanti sbagli si fanno.

    @ awkward - in effetti?

    @ Russel & Miky - il libro mi sta coinvolgendo molto. Avevo già postato qualche giorno fa un altro brano, e un lungo pezzo lo trovate cliccando sul libro stesso che è in questo periodo presente sulla barra a destra, nello spazio "Sul mio scaffale". Ve lo consiglio.

    @ lost - come impedirlo? Si mettono in atto le azioni preventive che diceva loran, ma a rischio di ulteriori errori. Purtroppo, o per fortuna, al cuor non si comanda e la risposta... non c'è.

    RispondiElimina
  10. Dietro quella frase c'è insicurezza, c'è la paura di perdere quello che si ama, di non essere all'altezza. A volte succede quando ottieni quello che desideri e ti sembra tutto troppo perfetto per essere vero, ed invece di vivere e goderti il momento ti prende la paura di perdere tutto. Molto onesta la risposta "non so se mi stufo o no, intanto ti bacio". Mi pare molto dolce.

    P.S. Ho letto il libro diversi anni fa, mi è piaciuto molto.

    RispondiElimina
  11. Grazie ancora, corro in libreria a comprarlo! Mi sono informato sull'autore, nel frattempo: non so se lo sapevi (scusa il gioco di parole) quello che ha dichiarato: "Ho scritto quello che avrei voluto leggere quando ero adolescente, ma che nessun libro raccontava"

    E' una grande, lo adoro già!

    RispondiElimina
  12. @ Lorenzo - Ancora una volta condivido in toto il tuo commento. Ma dico... in toto!

    @ Miky - bellissima la frase dell'autore. Leggendo il libro ti renderai conto che è davvero così.

    RispondiElimina
  13. ordinato, ordinato, ordinato... :)

    RispondiElimina

Se vuoi dir la tua, commenta qui:

Related Posts with Thumbnails