Google Website Translator Gadget

lunedì 30 aprile 2012

Farfalle de Roma

In questi giorni ho intravisto più volte un bel ragazzo, diciamo sui 25 ai 30 anni, capello medio-lungo leggermente mosso, castano chiaro, belle basette elaborate, viso maschile ma molto grazioso che già di suo avrebbe attirato più di una mia attenzione.
Mi è parso di sentirlo parlare con accento romano e mannaggia a me, Roma è sempre troppo lontana da dove vivo io.
Una delle cose che più mi hanno colpito erano la particolarità dei tatuaggi che portava: il primo che ho notato, sul braccio,  era semplicemente il nome di una donna, ma scritto al contrario, così da essere difficile a leggersi guardandolo ma probabilmente facile quando il tipo si guarda allo specchio.
Ma il tatuaggio che più mi ha colpito e che, complice il caldo di questi giorni ho potuto notare, è stato quello posto centralmente sul petto: una farfalla! Ma il disegno di una farfalla molto classica, niente di elaborato, tipo questo:

Tatuaggio a colori di una decina di centimetri di larghezza, quindi non grande, ma posto in modo che le due ali si aprissero sul pettorale, un pettorale ampio e piatto, non muscoloso o pompato "a balzello".
Insomma, quella farfalla che sbucava dalla t-shirt con collo a V attirava molto l'attenzione sul suo fisico molto interessante.

Con l'arrivo della bella stagione i ragazzi possono tornare a esporre i loro bei lavori artistici impressi sul corpo ed è questa l'occasione per guardarli un po' di più nei loro fisici con la scusa del "sto notando il tatuaggio". Devo dire che io non ne ho neppure uno ma credo anche che a me neppure starebbe bene.
Con gli anni però ho iniziato ad apprezzarli di più sugli altri ragazzi anche se credo sempre che "in medio stat virtus", cioè non esagererei troppo riempiendo ogni centimetro di pelle.

E voi? Avete tatuaggi? Cosa rappresentano? Dove li avete fatti? Vi piacciono? Volete mostrarli semmai approfittando della vetrina degli (In)arrestabili?

Intanto godetevi questi bei pezzi di carne disegnata.




43 commenti:

  1. bentornato... ci sei mancato...

    i tatuaggi non mi sono mai piaciuti nè sugli uomini nè sulle donne... mi infastidisce la loro indelebilità

    Aran Banjo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo dire Aran che anche per me l'indelebilità è un deterrente importante

      Elimina
  2. io niente tatuaggi!ai miei tempi non era di moda:)e ora non lo farei.però....mi piacciono sugli altri meglio se fisicati:)proprio ieri ho visto un tipo abbastanza grosso in maglietta e bermuda che sulla pelle che si vedeva, ed era tutto un programma, aveva un'affresco....ecco proprio cosi' no!!bentornato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si caro lost, ai nostri tempi li portavano solo i galeotti. Che matuse che siamo! :D

      Elimina
  3. Si... uno sul polpaccio uno sul braccio (fatto in tre momenti e luoghi diversi) due sulla schiena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello sul braccio lo intravediamo, e gli altri li vedremo mai? :P

      Elimina
  4. No niente tatuaggi una volta ci avevo pensato ma poi ho desistito.
    Su gli altri i tatuaggi mi piacciono specie se monocromatici come quelli del ragazzo nella penultima foto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Ragazzo" della penultima foto? Vorrai dire "Massa di testosterone ambulante" della penultima foto! ;)

      Elimina
  5. è raro che mi piaccia un tatuaggio, nel senso che su gli altri non me ne frega, ma su me non mi piacciono affatto.. il mio ragazzo ne ha due e pur avendo un fisico normale, stanno bene :) ciaooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a noi potrebbero piacere quelli del tuo ragazzo! Si capisce che siamo curiosi? :)

      Elimina
  6. Tatuaggi??
    Su di me...hmmm... no, grazie! Non mi sembra di essere il tipo per farmeli e poi sono un po' diffidente =\
    Sugli altri... se sono pochi (pochissimi), piccoli e discreti(meglio se semplicemente neri), allora possono anche essere molto attraenti, soprattutto se sopra qualche bel fisico.
    Ma se sono estesi, colorati, che sbucano dove non dovrebbero... bleah! non mi piacciono proprio =\

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già Febo, che poi tocchi un punto che non è secondario. Per i tatuaggi c'è tipo e tipo e c'è fisico e fisico per poterli portare :)

      Elimina
  7. Quelli colorati mi fanno un po' impressione... Monocromatici ci stanno. Bentornato tra noi! (Povero il tecnico pc che non si è fatto il ponte per riconsegnarti il computer!!!).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io preferisco in generale i monocromatici. Poi dipende molto anche dal soggetto.

      Elimina
  8. Non mi piacciono i tatuaggi!
    Però se il ragazzo merita… Allora…
    Perché poi che si fa da vecchi!? Da giovani è un conto…
    Ti saluto IN ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma Amleto, un po' di rispetto per noi vecchiarelli! ^_^

      Elimina
  9. no niente tatuaggi.
    avete mai pensato come saranno tutti questi bei manzi tatuati quando avranno superato gi anta da un po'??? saluti T.
    ps. per quanto riguarda la tua pancetta prova con la corsa un paio di volte la settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco qua T., ma che cosa avete contro quelli che hanno superato gli anta? Uff!
      Vabbè, io li ho superati però non ne ho di tatuaggi. Guadagno qualche punto in più?
      P.S.: un paio di volte? ma io già la faccio 3 volte la settimana. Ma la carogna è dura da sconfiggere!

      Elimina
  10. Signori cari,
    finchè ci sarà inchiostro, ci sarà fantasia, ci saranno i tattoo! Prima nelle caverne, poi segni demoniaci nel medioevo, poi solo per galeotti nell'ottocento....e ora per tutti al giorno d'oggi, quasi se ti manca, fai pure ribrezzo!!!
    Io non ho tattoo, anche se per un periodo me ne stavo per far disegnare uno: un gatto nero!
    Ammetto che non amo gli eccessi, fra i tanti un piccolo tribale sul braccio,rigorosamente solo nero, giusto per!...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, al giorno d'oggi in effetti non averne è strano. Nello spogliatoio della palestra mi sento più nudo perchè non ne ho piuttosto per il bitorzolo che mostro a destra e a manca :D

      Elimina
  11. Non mi esalta l'idea di farmi qualcosa di indelebile. Poi metti che non mi piace più...
    Nessun tatuaggio quindi, anche se anni fa accarezzavo l'idea di farmi o un bracciale sul bicipite o un tribale alla base del collo o nella parte bassa della schiena.
    Poi mi sono scontrato con tutte le strane ed esoteriche simbologie che avrei finito per significare involontariamente e ho lasciato perdere.
    Negli altri rigorosamente neri e non troppo grandi, con motivi tribali mi piacciono, colorati assolutamente mai!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Poi metti che non mi piace più..."
      Ecco, appunto... conoscendomi è lo stesso per me. Visto che sono molto mutevole...

      Elimina
  12. Bentornato!
    Io non ho tatuaggi ma forse a breve me ne farò uno, per celebrare un importante traguardo che sto per raggiungere. Nella mia testa sarebbe comunque monocromatico e abbastanza piccolino, in un punto che comunque si veda anche da vestita.
    L'ostacolo più grosso è mia figlia (10 anni e mezzo) che non vuole assolutamente che me lo faccia!!! oh, ma si è mai visto una mamma che si vuole fare un tatuaggio e la figlia che glielo proibisce?????? Il mondo si è capovolto!!!
    Baci Luci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I figli devono ascoltare i genitori, ma anche viceversa ;)

      Elimina
  13. Bentornato nè ;)
    Io non sono mai stato abbastanza convinto per farmi un tatuaggio...ho sempre la paura di stufarmi...e poi?
    Mah... per ora mi godo quelli degli altri ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vale questo discorso anche per il matrimonio? E per ora ti godi quelli degli altri? Ah ah...

      Elimina
  14. Da questo stretto punto di vista sono molto talebano: li detesto, punto e basta. Così come detesto i piercing.
    A parer mio entrambi spesso invece di mostrare la sicurezza di chi li esibisce, ne tradiscono il vuoto spirituale e la vana ricerca di vistosi sostituti di esso.
    Poi c'è caso e caso, ovviamente...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh Stefano, un talebano che però sa fare dei distinguo non è proprio così talebano ;)

      Elimina
  15. Non sai quante volte ho usato la scusa del "stavo solo guardando il tatuaggio" per lustrarmi un po' gli occhi osservando i fisici scolpiti che in estate praticamente esplodono... :D Parlando di tatuaggi verso fine mese io andrò a fare il mio primo tatuaggio, e sarà sulla spalla: niente di gigantesco, anche perchè con il fisichello che ho non mi posso permettere grandi cose come quei bronzi di riace che hai postato qui sopra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, allora ce lo mostrerai? Lo pubblicheremo tra gli inarrestabili. Il tema è "barba e pezzi forti" e per te il tatoo sarà il tuo pezzo forte...

      Elimina
  16. Io non ho mai pensato di farmi un tatuaggio però mi piacciono gli uomini tatuati, specialmente quei tatoo che coprono tutto un braccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Intendi quelli che sembrano la manica di una maglia?

      Elimina
  17. Io purtroppo appartengo a quella generazione (over 40) per cui avere un tatuaggio voleva dire essere un avanzo di galera e quindi non ho mai preso in considerazione l'idea di farmene uno quando avevo l'età per farlo, cioè a 20 anni o in giù di lì, perchè dai, diciamocela tutta! Certe cose si fanno a vent'anni quando hai la pelle liscia e vellutata come una pesca e non hai una ruga che sia una..
    Trovo patetico farli a 40-50 anni...

    Con questo voglio dire che, sdoganati i tatuaggi e cambiata la mentalità della società rispetto a 20 o 30 anni fa, i tatuaggi mi piacciono e mi piacciono i ragazzi che li hanno, perchè accrescono indubbiamente il sex appeal.
    Ovviamente si tratta di fare i tatuaggi giusti, della dimensione giusta, nel posto giusto. Come ha detto qualcuno, averne troppi può causare l'effetto opposto, cioè quello della ripugnanza...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su, su, non abbatterti! Anche qui dentro sei in compagnia di altri ultra40enni non tatuati

      Elimina
  18. Mi piacciono veramente molto i tattoo ma non ne ho ancora nessuno, innanzitutto perché per me devono avere un significato davvero profondo o in alternativa essere delle piccole opere d'arte, quindi preferisco irezumi e maori giganti (quindi costosi, fuori dal mio attuale budget) a farfalline e scrittine semi invisibili.
    Altro motivo, più intuibile è che prima di farmene uno vorrei sistemare un po' il mio fisico, per evitare porcate che si deformano ecc. Inoltre voglio evitare il "e se poi te ne penti?". Vorrei una cosa così figa da non potermi pentire mai.
    Mi piace la body art in generale comunque, scarificazioni e piercing inclusi.
    Un bel/la tipo/a tatuato mi fan schizzare gli ormoni. XD

    OT. Passato bene 'sto ponte?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una cosa così figa da non pentirtene mai? Te la auguro!

      Elimina
    2. Bhé non intendo un'utopia. Ma di solito non cambio opinione sulle cose che mi piacciono, perché 'approfondisco' bene prima di farmele piacere sul serio. Alla peggio potrebbe stufarmi un pochino.

      Elimina
  19. Essendo papà mio molto appassionato di rugby da me i maori erano di casa (he he he!!!) ed i loro tatuaggi mi sono sempre piaciuti.
    Ho sempre voluto tatuarmi una chiappa, farmi mezzo schiniere e mezzo collare, bellissimi!
    Però, poi, ho sempre pensato che quelli sono tatuaggi maori, io sono italiano, italico e quella cultura non mi appartiene e farmeli imprimere sulla pelle non cambierebbe le cose, purtroppo non fa per me. Punto.
    P.S.: è come il Kilt scozzese, lo adoro!!! (vietato prendere per il cul0) non lo comprerò mai, non mi appartiene, ma è bellissimo, lo adoro!!!! (vietato prendere per il cul0).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Interessante il discorso dell'appartenenza culturale.
      E comunque il kilt piace anche a me (e pure guardarci sotto). Quindi anch'io dico: vietato prenderci per il culo!

      Elimina
    2. Alberto secondo me sbagli. Se vuoi usare il kilt usalo, che te ne frega, non per forza dev'esserci un significato profondissimo dietro ogni cosa.
      Capisco di più il discorso relativo al maori.

      Elimina
  20. Non amo i tatuaggi, né su di me né sugli altri; diciamo che mi lasciano indifferente. Certo si può dire che abbia un impatto enorme: esalta i bei fisici cosí come distrugge i già poco fortunati... E comunque li preferisco sui ragazzi, che sulle ragazze. Il kilt invece lo adoro proprio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero! Il tatoo esalta i bei fisici e distrugge gli altri! :)

      Elimina

Se vuoi dir la tua, commenta qui:

Related Posts with Thumbnails