Google Website Translator Gadget

mercoledì 5 maggio 2010

Nudo alla meta

Esattamente un anno fa, 5 maggio 2009, cominciava l'avventura del mio blog. Quasi una sfida personale: un modo per aprirmi nel mondo virtuale visto che non riesco a farlo nel mondo reale. Il blog iniziava con alcuni post molto generici, solo qualche giorno dopo espressi le mie intenzioni sul suo uso. Quel post si intitolava In the closet, cliccando sul titolo lo potrete rileggere. Lo considero ancora valido. Oggi. Ma intanto di acqua ne è passata sotto i ponti e prima di fare il punto del "dove sono arrivato" vado a dare un po' di numeri.
174 - sono i post che ho scritto, più di 65.500 le pagine lette da settembre ad oggi (il contatore e l'analisi del flusso la impostai solo quattro mesi più tardi), 15.980 visitatori provenienti da 100 diversi paesi (forse più... il contatore si ferma a 100) di cui, naturalmente il 50,14% dall'Italia, a seguire gli USA con l'11,49%, terza la Spagna con il 5,32% sino ad arrivare a una visita dalla Bolivia, proprio ieri che il post riportava una riflessione fatta dal suo presidente.
Ma ciò che mi interessa festeggiare in questo anno è una maggiore serenità personale (oddio, ne devo fare ancora di strada), la bella empatia con i fedelissimi del blog , il prezioso scambio via e-mail con alcuni lettori (dove si condividono difficoltà e aspirazioni), le mie vicende intime, più o meno serene, più o meno incasinate, che forse sono sorte anche grazie ad una mia maggior apertura a quel che sono.
E' ogni giorno uno svelarsi, almeno qui, almeno per me che anche comprendermi è indispensabile parte di una nuova consapevolezza.
Il passo per un outing totale non me lo sento proprio e non è sempre detto che sia per tutti doveroso e opportuno. Ma almeno dentro ho l'aspirazione a raggiungere una maggiore serenità. Niente finzioni tra me e me, maggior consapevolezza, più vita. Avanti così, nudo alla meta.

13 commenti:

  1. Molto bello il blog,
    grazie per le tue parole

    RispondiElimina
  2. Bello questo blog,
    belle sempre le tue parole

    Grazie

    Penso que prima non ho detto chi ero, per questo ripeto.

    Abbracci

    Lo spagnolo

    RispondiElimina
  3. Grazie a te spagnolo, per il coraggio che hai e per quello che sei. :-)

    RispondiElimina
  4. Auguri per la tua maggiore serenità ed anche per il blog.
    Aprirsi e prendere consapevolezza di se è un processo faticoso e a volte anche doloroso, uno si sente come nudo e non più protetto dall'isolamento di prima, ma a poco a poco si acquista anche una soddisfazione interiore che ci ripaga della fatica del cammino.
    Poi come giustamente dici non è che uno deve fare tutto e subito, ma scegliersi i propri tempi e modi.
    Un forte abbraccio e continua così.

    Lorenzo

    RispondiElimina
  5. Many thanks for your support! :-)

    RispondiElimina
  6. Non è un pò troppo greve l'atteggiamento?Insomma questi abbracci e auguri,non si tratta di andare in guerra,né di abituarsi a vivere con una gamba.Se si togliesse alla cosa il significato che sembra debba avere,tutto sarebbe più semplice.Cosa costa così fatica?Chi l'ha detto che dobbiamo per forza esporre un'etichetta?Chi lo dice che non puoi goderti gli uomini in pace,senza farti problemi di coscienza?
    Ovviamente scrivo generalizzando,non conosco la tua storia,ma noto che molti che vivono di sottecchi hanno questa grande problematica:un cammino tortuoso,sofferente,pregno di melodrammaticità.Secondo me bisogna bandire l'idea del dover entrare in un recinto;vivere la propria vita senza appartenere ai gay,agli etero o ai confusi.Perché il coraggio stà anche nell'essere solo vivi e nel fare solo ciò che vogliamo,senza dover rendere conto a nessuno.E se veramente togli le maiuscole alla questione,tutto si fà meno problematico.Però sottolineo,avere coraggio,questa è la questione,di essere ciò che si vuole,sputando in bocca a chiunque.

    Thomas

    RispondiElimina
  7. Beh Thomas, mi verrebbe da dire che la fai facile, ma è anche vero che forse io, e come me tanti, la facciamo troppo difficile, drammatizzando. Mi riservo di utilizzare questa tua riflessione per un prossimo post. Grazie per il tuo intervento anche se non del tutto condiviso. :-)

    RispondiElimina
  8. anche se in ritardo, buon compleanno blog

    RispondiElimina
  9. seguo in silenzio... continua cosi..
    sono felice per te! :)
    auguri blog!

    RispondiElimina
  10. buon compleblog...
    sarà per la commistione di spunti personali e di video hot, il tuo blog mi piace.

    è piacevole da seguire!
    continua così...

    RispondiElimina
  11. Grazie. Continuo così, seguendo l'unica regola, cioè quella di lasciarmi trascinare dalla solo mia più o meno aperta ispirazione. Benvenuto nel blog.

    RispondiElimina

Se vuoi dir la tua, commenta qui:

Related Posts with Thumbnails