Google Website Translator Gadget

sabato 3 novembre 2012

Nutrito da un immaginario porco

Il mio pisello barzotto in palestra. Un po' imbarazzato, un po' sfrontato come sono diventato io.
Il mio pisello che aveva ormai imparato a starsene quatto quatto nei momenti di nudità collettiva, ad esempio negli spogliatoi, e che invece ieri s'è ribellato.
Perchè? Ecco il misfatto.

Bisogna partire dal post del blog di Lord dove vengo a conoscenza della web-serie Hunting Season, una specie di Queer as Folk in cui i nudi integrali vengono abbondantemente elargiti (qui da lui trovate tutti i dettagli).
Mi incuriosisce, mi metto a cercarla in rete e qualcosa trovo (sempre tramite le indicazioni date nei commenti a quel suo post). In pausa pranzo mi guardo i primi 4 minuti dell'episodio che apre la serie e che... wow, mi sconvolge.
Si mi sconvolge perchè in 4 minuti c'è un condensato di piaceri, di immaginario di goduria e felicità, che da sempre mi abitano:
- l'ambientazione, tanto per iniziare: la città di New York. New York che è stato un bel viaggio, rivelatore e folgorante per me, nel 2009 e che mi ha dato il "la" per aprire il blog (il mio primissimo post, un (In)consapevole ancora intimidito fu proprio "Ormoni a New York");
- la goduria che mi dette il vedere un ammasso di corpi seminudi in Central Park, in una delle prime giornate primaverili (datemi pettorali e addominali definiti, e la mia "leva" vi solleverà il mondo);
- la mia passione sfrenata per i pacchi gonfi, soprattutto quando emergono dalle tute;
- il sesso easy, il facile rimorchio, l'idea del semplice occhiolino per trovarsi in casa di un altro a scopare. Quella facilità irreale che tanto intriga.

Ma giusto per capirci e per spiegare meglio cosa intendo: dovete prima vedere questi 4 minuti che aprono la serie. Tenetevi saldi che poi continuo il racconto.
video

Non so cosa ne pensiate voi ma per me questi 4 minuti sono stati una bomba. Di ormoni. Comunque sia, pregustandomi di vedere il resto della serie (che ancora non ho, solo i primi due episodi), vado al lavoro e poi, in palestra.
Serata normale, faccio il mio allenamento e come sempre alla fine mi butto sul tapis-roulant per la mia mezz'ora di corsa. Visto che ho saltato un po' di allenamenti causa malanni stagionali ieri ci do parecchio dentro con la corsa, poi, sudato e spossato vado in spogliatoio.
Ora, io non so che mi accade (anzi lo so, mi son tornati in mente proprio quei 4 minuti di video), ma se di solito dopo la spossatezza post-corsa il mio pisello se ne sta bello quatto quatto, ieri sento che, proprio mentre mi devo spogliare, lui ha un guizzo di vigore. C'è un bel giovane in quel momento nello spogliatoio, un ragazzotto taciturno, e non esito comunque a spogliarmi subito per indossare poi il costume (mi attendeva il bagno turco) ben sapendo che il "risveglio" è ben visibile.
In effetti, scorgo gli occhi del giovane, che di sottecchi allunga lo sguardo. Son subito "costumato", mi metto l'accappatoio e vado nel bagno turco.

Di ritorno dal bagno umido lo spogliatoio è deserto. Io sono tranquillo e a riposo e me ne vado a far la doccia, prima fresca per riprendermi dal calore che ho inglobato, poi, shampoo e sapone per una doccia calda. Mentre l'acqua scroscia su di me, mentre mi lavo per bene, mentre il totale relax si è preso il mio corpo ecco ancora quei pensieri sul video. Di nuovo il cazzo barzotto, poco importerebbe, ma in quel mentre arriva in doccia, e manco lo avevo sentito arrivare, un frequentatore della palestra, 45-50enne, poco simpatico ma tanto muscoloso, tonico e ben dotato. Di questo tipo so poco. A parte lo scambio di saluti di cortesia non ci ho mai parlato. Ho capito però che è divorziato e noto che predilige la frequentazione in sala pesi di alcuni soggetti, diciamo "metrosexual". Il mio gaydar da sempre mi ha segnalato in lui qualcosa di "fraterno" ma prove non ne ho.
Fatto sta che entra e s'accorge subito del mio imbarzottimento. Io fingo di nulla, e mi paro dalla sua vista volgendogli le spalle, poi però decido di esibirmi e consapevole del suo sguardo sul mio gingillo mi lavo full-frontal a lui.

Parte il film.
Come nel video, nel nostro immaginario lui dovrebbe accorgersi del mio chiaro segnale. Lui dovrebbe capire nel mio imbarzottimento l'evidenza di una provocazione da cogliere. E così dovrebbe scambiare un sorriso, strofinare il suo cazzo, ammiccare ed avvicinarsi.
Così io mi giro di nuovo di spalle, gli offro la possibilità di non dovermi guardare negli occhi, di cogliermi di sorpresa...
...
Lo sento vicino ora, dietro di me e mi accarezza la schiena. Poi affonda una mano sul mio sedere e l'altra ad aggrapparsi al mio cazzo. Mi gira, mi guarda e s'abbassa verso il pene. Sotto i getti caldi dell'acqua ingoia il mio cazzo totalmente. Con l'altra mano, inginocchiato si masturba...


...
...Niente da fare. Non va così.
Mi riprendo dall'immaginazione, mi giro di nuovo ma lui non è li vicino a me. Lui non è inginocchiato a pomparmi. Lui è ancora sotto la sua doccia, distante. Io sono ancora fieramente barzotto, l'unica cosa che noto è che barzotto lo è anche lui. Chissà...

Ma certe situazioni nella mia realtà non capitano. Gli "immaginari porci" capitano solo nei video, nelle vite degli altri... oppure a New York.

57 commenti:

  1. Oddio, sono sconvolto! Io invece in doccia mettevo sempre la tenda, per nascondere le magagne...
    Mannaggia a te ;)
    Ovviamente mi aggiornerai.
    Buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come la tenda? Nooooo, non si fa, non si fa! ;)

      Elimina
  2. Tutte balle: per le zozzerie negli spogliatoi è sempre l'età giusta! Io ne ho viste (viste, non vissute!!!) di ogni...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pregasi digitare il nome della palestra a favore di tutti gli utenti ;)

      Elimina
  3. Anche io ho ricordi di imbarzottimenti dentro gli spogliatoi. Miei ed altrui, ovviamente. Però neppure a me è mai capitato di cogliere l'occasione per andare oltre il semplice sorriso di cortesia :(

    RispondiElimina
  4. belli i 4 minuti!!!;P anche il film..."la spada nella doccia";))))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah... dove l'hai preso questo titolo? Dalla tua collezione di pornazzi?

      Elimina
  5. yeeh, i racconti della tua palestra cominciavano a mancarmi :) comunque pensavo che quella tua fantasia fosse successa davvero.... avrei aiutato L a menarti :P
    Clo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Menarmi? E perchè? E credi che L., in balia di un ormone galoppante e di un'occasione propizia, sia più bravino di me? ;)

      Elimina
    2. ho capito, ci sarebbe una contesa per chi si aggiudica il poveretto... bè, sai che ti dico? tra i due litiganti il terzo godeeee!! me lo piglio io il ragazzone muahahahah
      Clo ;)

      (devo riuscire a registrarmi è snervante quell'Anonimo)

      Elimina
  6. Beh...in effetti non capita mai nemmeno da me...sai com'è...con certi maciste bisogna essere prudenti ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per lasciare integra la faccia, ci rimane integro pure il culo ah ah

      Elimina
  7. Puoi mettere il link agli episodi (o a qullo che hai visto tu on-line? Grazie!

    RispondiElimina
  8. ciao posso chiederti visto che staimo parlando di palestra che fine ha fatto Sofficiotto? grazie...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io posso chiedervi di mettere almeno un nickname (qualsiasi cosa, di fantasia) quando commentate? Giusto per capire con chi stiamo parlando.

      Sofficiotto? Sparito. Nessuno l'hai più visto. Qualcuno dice abbia pure cambiato residenza... :(

      Elimina
    2. scusa nn so come si fa... grazie per la delucidazione!!!

      Elimina
    3. Benvenuto cesco. Vedi che ci sei riuscito ad essere meno anonimo? :D

      Elimina
  9. Tutto hanno un immaginario simile se parliamo di palestre. Manco a me è mai successa una cosa simile...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora possiamo dire che l'immaginario è vasto, è la bocc'asciutta pure :(

      Elimina
  10. è si purtroppo certe cose succedono solo nei film o a NewYork.;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E tu stai almeno a Roma... pensa a chi vive tra le casalinghe di Voghera...

      Elimina
  11. Attento (In)co, che il cazzo barzotto mal si concilia con l'armadio chiuso!! Qui ti sgamano me lo sento... Ahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. visti ora i primi 4 minuti... caspita! ad un certo punto lo leccavano in tre, cane compreso!! XD
      ... sembra interessante! :D

      Elimina
    2. Ma no, quanti etero si imbarzottiscono in palestra. E poi, lo sanno tutti che stavo pensando a te!

      Ma scusa... cos'è interessante? Il cane? Ah ah

      Elimina
    3. A me in pagliaccetto?? Ahahah poi dici che è antierotico! ;)

      Elimina
    4. Oddio, in pagliaccetto o pigiamone di flanella e calzettoni proprio no... Ma in doccia mica lo sanno che ti conci così ;)

      Elimina
  12. Concordo sulla botta di ormoni. Più ancora, per noi nell'armadio, in cui l'immaginario erotico si nutre di fantasia, una situazione di sesso così naturale, senza tutte quelle inibizioni o quelle pare che sappiamo o temiamo di avere ha unb fascino decisamente irresistibile.
    Ma vorrei riflettere su due cose
    Primo: In queste situazioni da cinema si dimentica che esistono anche sentimenti oltre alla voglia di sesso. E prendere una situazione così decontestualizzata rischia di far dimenticare che questa gente poi deve fare i conti con altre cose, come per esempio il fatto che la vita continua dopo la scena di sesso, col fatto che esistono cose come la gelosia, le aspettative tradite o semplicemente i propri dubbi e le proprie paranoie da gestire. E se non ricordo male tu parlando di un certo treno dovresti aver ben chiaro cosa intendo. La più grande illusione che il cinema ci comunica è che tutto sia bello e perfetto, un po' come una fiaba in cui "e vissero felici e contenti" e non si parla del principe che si fa l'amante, della principessa che ingrassa per la gravidanza e degli avvocati divorzisti...
    La seconda è che... per quanto possa sembrare impossibile... queste cose succedono! (non a me, ma nell'ultimo periodo sono venuto in contatto con cose che mi hanno sconvolto non poco in tal senso)
    Magari non nel proprio quotidiano (in cui si tende ad avere un bel po' di inibizioni, col rischio che la scena di sesso abbia poi PESANTI ripercussioni sulla propria vita), ma c'è gente che viaggia molto, e non solo per vedere le bellezze architettoniche delle città europee. E non è un caso se nelle guide online delel capitali europee (magari nelle guide gay) ci sia un notevole spazio dedicato ai luoghi di cruising.
    In definitiva, magari in un contesto diverso (se non avevi un ragazzo, se non si trattava di gente che poi avresti dovuto rivedere spesso...) forse la tua scena sotto la doccia poteva *davvero* finire diversamente... :)
    E non ci sarebbe stato nulla di male

    PS: poi la serie devo assolutamente vederla... dopo il post di Lord ammetto che la mia curiosità era decisamente alta e non solo la curiosità)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottima disamina! E al più presto pescherò dal torrente questa serie. Credo meriti.

      Elimina
    2. Condivido il tuo pensiero, S. Lo sappiamo che il gioco dei sentimenti, è tutto fuorchè un gioco. E con le conseguenze si fanno i conti.
      Eppure, devo dire, e L. lo sa e ancora lo legge, che a volte la testa parte per la tangente. Forse per te che praticamente vivi la quotidianità col tuo ragazzo è più facile, per noi invece... c'è sempre quella diga squarciata di cui parlavo in un po' di post fa che è faticoso contenere.

      Elimina
  13. ciao....potresti mettere il link degli episodi che hai visto e della serie quando la troverai? grazie mille :)
    se non ti crea problemi metti anche quello della serie Queer as Folk...grazie ancora :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le tue richieste sono già state esaudite da Valjean proprio qui sotto.

      Elimina
  14. Mi rimangio la richiesta fatta poco sopra. Ho trovato il link degli episodi, nella versione non censurata, scaricabili facilmente tramite RapidShare. Ecco il link:

    http://queermotion.blogspot.com/p/hunting-season.html

    Vedi tu, caro (in)consapevole, se pubblicizzarlo meglio rispetto a quello che questo commento sperduto può fare.

    Quanto a quelli della serie Queer as Folk che richiede un anonimo qui sopra, basta andare su YouTube: c'è il canale dedicato con tutti gli episodi, di tutte le stagioni, doppiate in italiano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma per chi riesce, QAF va visto in lingua originale... Assolutamente! (Sempre su YouTube) :D

      Elimina
    2. Buon divertimento... anche se - e lo scrivo dopo aver visto, tra ieri e oggi, gli otto episodi della prima stagione - HUNTING SEASON non è così eccezionale come lì per lì mi immaginavo! E' una serie carina, simpatica, ma niente più... Voi che ne pensate?

      valjean@live.it

      Elimina
  15. Ma che porcellino :D

    Adesso mi scarico la serie in questione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con i diminutivi con me caschi male. Porcellino a chi? Ah ah...

      Elimina
    2. Porcellone allora :D tienici più aggiornati su queste tue avventure in spogliatoio che son così sfiziose

      Elimina
  16. A me da un po' l'idea di una porcata. Certo accende gli ormoni etc ma non mi basta... Bisogna dire che sono abbastanza allergico alla tv, ho smesso da anni di guardare anche le poche cose che mi piacevano...

    'Succedono solo nei film'... Non so. Tra gli etero disinvolti queste cose succedono anche nella vita reale. Magari non le orge, ma le cose a due sì.
    Per quanto mi riguarda una situazione così mi fa molta gola perché trovo che chi si comporta in quella maniera dev'essere davvero sicuro ed a proprio agio con sè stesso (e quindi con gli altri...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Interessante il discorso dell'essere spregiudicati nel sesso perchè a proprio agio. Credo sia vero.

      Elimina
  17. Non vedo l'ora di andare in palestra anche oggi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io son da poco tornato. Ma stasera, tutto tranquillo...

      Elimina
  18. Come già dissi: "Barzotto è bello!".

    RispondiElimina
  19. Non mi parlare di questi contesti.. ad ogni doccia serale in palestra non so se sperare che il bello di turno sia a farsela per poterlo ammirare, o sperare che non ci sia (per evitare probabili reazioni..) XD un dilemma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mia speranza è sempre la prima che hai citato... Per la seconda, c'è sempre l'acqua fredda. :D

      Elimina
    2. Ciao (In)consapevole,
      ti leggo da un pò (con un certo interesse e simpatia) per gli argomenti che affronti;
      ma per la prima volta (e spero non ti dispiaccia) decido di commentare.
      In riferimento alla questione sollevata da "S",
      letta la tua risposta (cercando di capire tutte le tue ragioni,distanza compresa),e a questa tua "speranza" con relativa (simpaticissima) e reale conclusione,vorrei dirti:
      ma come vivete (tu e il tuo ragazzo),questa "avventura" che vi vede sporadicamente consumare una passione chiamata "amore",se poi si vivono certe fantasie,che pur non condividendole rispetto?
      Forse non comprendo abbastanza,e con il dovuto rispetto,scusandomi anticipatamente,vorrei fare "l'avvocato del diavolo"!
      Mettendomi per un attimo nei panni del tuo caro "L",forse ci sorriderei pure leggendoti.
      Per il sentimento che mi lega a te, non ti farei pesare il dolore che mi darebbe sapere che "uno qualunque" potrebbe godere della persona a me più cara,
      ma di certo,in una parte remota del mio cuore,
      si farebbe strada una "nave rompighiaccio"
      che senza problemi,seguirebbe la sua rotta attraverso i mari del nord,insensibile al danno che arreca a quell'ecosistema.

      Con SINCERA STIMA,scusandomi per essermi messo nei panni di una persona a te cara,augurandoVi il meglio,non posso che farVi un

      "In bocca al Lupo" :-)

      Elimina
    3. Benvenuto Lupus!
      Beh, come le viviamo queste fantasie "extra-coppia"? Ne ho parlato in due post tra la fine di settembre e l'inizio di ottobre: "Niente di Lineare" e "Acque chete e poi l'inondazione". Se li rileggi, dai un occhio anche ai commenti dei lettori, c'è chi dice di non angustiarci troppo.
      La paura di ferire l'altro c'è, eccome, rompere la fiducia. Poi però ci sono anche i tumulti ormonali che in una coppia a distanza agiscono. E o facciamo finta di nasconderli oppure, con fatica, li affrontiamo e se ci riusciamo li gestiamo, e se non li gestiamo cerchiamo di perdonarci. D'altronde questa "esigenza", questo guardar fuori noi due è anche esperienza di L. non solo la mia. Anche lui gira il capo verso altri... Capita.
      Forse conoscersi nelle proprie debolezze ci rende un po' più tolleranti nelle debolezze dell'altro. Ma dico forse.
      E' comunque sempre un casino :)

      Elimina
  20. Ti amo quando posti le tue avventure negli spogliatoi. Anche a me eccitano un sacco e spesso ci ho combinato pure qualcosa. Sono tornato anche io col mio blog. Vienimi(venitemi) a trovare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene! Ma non farci "la finta" come un anno fa :(

      Elimina
  21. Madòòò! Finalmente torni a scrivere della palestra! mi erano mancati i tuoi racconti. Però sarebbe carino riprendere anche quelli delle saune e dei villaggi benessere ;)

    Comunque per me la doccia in palestra sta diventando un vero problema...
    Tutte le volte la doccia deve diventare gelata per frenare certe voglie é_è

    UnNuovoLettore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piacerebbe anche a me riprenderli, ma è proprio parecchio che non ci vado. Forse prossimamente, ma forse.

      P.S.: occhio ai raffreddori!

      Elimina
  22. Maledizione! Non trovo un sito per guardare in streaming o scaricare gratis Hunting Season. Mi aiutate? :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho trovata tramite torrent... e so esserci anche su e-mule

      Elimina

Se vuoi dir la tua, commenta qui:

Related Posts with Thumbnails